Regione, Spacca rimane e gli assessore Pd si dimettono

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 23 aprile 2015 – Si dimetteranno venerdì i cinque assessori del Pd della giunta regionale delle Marche, dopo il documento di sfiducia presentato ieri dai partiti del centrosinistra nei confronti del governatore uscente Gian Mario Spacca, che si ricandida per il terzo mandato ma con un’alleanza composta da Marche 2020-Ap e e Fi.

In una nota, il Pd fa sapere che «il candidato presidente del centrosinistra Luca Ceriscioli, il segretario regionale del Pd Francesco Comi, il capogruppo in consiglio regionale Mirco Ricci, e gli assessori Antonio Canzian, Sara Giannini, Marco Luchetti, Almerino Mezzolani, Pietro Marcolini (esterno ndr), che hanno annunciato per domani le loro dimissioni, presenteranno domani pomeriggio in una conferenza stampa il bilancio decennale del buongoverno del centrosinistra e una convention programmatica che si terrà la prossima settimana». Ieri il centrosinistra aveva sfiduciato Spacca, definendo la sua candidatura «un affronto all’elettorato tutto, non solo quello di centrosinistra che lo ha generosamente eletto, perché mina la credibilità della politica tutta, non solo la sua».

«È il Pd che ha tradito, offeso e continua a offendere i cittadini – era stata la replica di Spacca -. I suoi attuali dirigenti sono i veri traditori degli elettori, dopo aver abbandonato e sancito la fine di un serio progetto di buongoverno per le Marche». Il presidente ha annunciato che resterà al suo posto (con due assessori) fino alle elezioni di maggio. Di qui la scelta degli assessori Dem di lasciare l’esecutivo.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Rapinato da due bulli mentre gioca a calcio Successivo Fabriano - Raf: "Riparto da qui ricordi troppo belli"