Reperti archeologici, sequestri da 200mila euro

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 2 febbraio 2016 – Duecentomila euro di reperti archeoligici. E’ il valore dei beni recuperati dai carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Ancona in tre distinte operazioni svolte in provincia di Ancona, Ascoli Piceno e Pesaro.

I militari, in collaborazione con i colleghi dei locali comandi Arma, hanno recuperato e sequestrato vari reperti di natura archeologica illegalmente custoditi in abitazioni private e raggruppate in tre collezioni.

I reperti di origine etrusca, magnogreca, romana, picena e precolombiana (Messico): il valore complessivo del materiale è di circa 200mila euro. Al recupero si è arrivati in seguito ad attività investigative dirette dalle Procure della Repubblica di Ancona, Ascoli Piceno e Pesaro.

I beni sono stati sottoposti ad esame tecnico inventariale da parte dei funzionari della Soprintendenza Archeologia delle Marche di Ancona e del Museo Nazionale Preistorico Etnografico Luigi Pigorini di Roma per quanto concerne quelli messicani.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Spaccio di cocaina, denunciato un 36enne Successivo Sulla riforma sanitaria M5S chiede il referendum abrogativo