Ricattavano professionista in manette tre ristoratori


FONTE IL MESSAGGERO

SAN BENEDETTO -La Squadra mobile della Questura di Ascoli Piceno ha eseguito questa mattina tre ordinanze di custodia cautelare in carcere nell’ambito di un’indagine per estorsione coordinata dal pm Carmine Pirozzoli. In manette sono finiti tre salernitani che gestiscono un’attività di ristorazione a San Benedetto del Tronto: A.G., 58 anni e il figlio
maggiore F., di 34, sono stati rinchiusi in carcere. L’altro figlio di A G., S., ventenne, è agli arresti domiciliari. Per un anno avrebbero estorto denaro a un professionista del posto, costretto a consegnare loro 20 mila euro in tre tranche. Il 20 febbraio scorso la vittima ha denunciato i tre estortori.

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Telecamere: sicurezza in presa diretta Successivo Da Ancona a Milano in meno di tre ore Partito il viaggio del Frecciarossa