Rifiuti elettrici trasportati illecitamente: ambulante nei guai

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 12 giugno 2015 – Sorpreso a trasportare illecitamente rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche, gli sono stati sequestrati sia l’autocarro sia il carico destinato a un centro di recupero nel territorio di Pollenza. Nei guai è finito un ambulante senza l’autorizzazione per trattare lo smaltimento dei rifiuti speciali, dal trasporto al conferimento. L’operazione è stata eseguita dagli uomini del Comando provinciale della Forestale e dalla polizia provinciale impegnati proprio in una serie di controlli sulla gestione illegale di rifiuti. Il trasporto è considerato, pertanto, una fase essenziale per la gestione dei rifiuti; l’attività illecita in questione – spiega una nota della Forestale – riguarda la contestazione che viene mossa a carico del trasportatore ambulante al quale, come prevede la normativa, sono stati sequestrati sia il carico sia l’autocarro con il quale veniva effettuato il commercio illecito dei materiali. La violazione è sanzionata con una contravvenzione, che prevede la pena dell’arresto da tre mesi a un anno o l’ammenda da 2.600 euro a 26.000 se si tratta di rifiuti non pericolosi mentre, qualora si trattasse di rifiuti pericolosi, la pena dell’arresto da sei mesi a due anni e l’ammenda da 2.600 a 26.000 euro. Il sequestro è stato convalidato dalla Procura della Repubblica.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Osimo, tamponamento tra auto Coinvolti anche tre bambini Successivo Fabriano - Palio al via, aumentano i controlli anti alcol