Rifiuti in libertà: sacchetti ammassati lungo le strade

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 3 gennaio 2014 – Rifiuti in libertà. E non è decisamente un bello spettacolo, quello fotografato ieri da un nostro lettore a Collevario, una delle ultime zone della città in cui è stata attivato il «porta a porta». E le nuove modalità di raccolta, se da un lato contribuiscono ad aumentare in maniera consistenti le percentuali di differenziata, dall’altro hanno un effetto collaterale non da poco: l’immagine non proprio bellissima dei sacchetti davanti alle case per ore e ore oppure ammucchiati come si vede nelle foto. La situazione non ha riguardato solo Collevario, ma diverse zone della città dirante i giorni di festa.

«Quando lunedì 24 novembre c’è stata l’assemblea pubblica per illustrare il “nuovo che… avanza”, ovvero la raccolta differenziata porta a porta – scrive Lorenzo Lattanzi riferendosi a Collevario –, ho manifestato le mie perplessità all’assessore comunale Marco Blunno come pure a Daniele Sparvoli, ex presidente del Cosmari: giustissimo procedere alla raccolta differenziata porta a porta, ma perché togliere i contenitori per la spazzatura di cui erano già dotati tutti i condomini della zona? A chi è giovato rimuoverli? Chi paga?».

«La spazzatura per la strada, oltre a non rappresentare un bello spettacolo, intralcia il passaggio dei pedoni, e molto spesso gli animali la corredano di escrementi per cui, nel caso di errore nel conferimento, i sacchetti restano per più giorni in strada a scapito dell’igiene e del decoro di tutta la città. Durante le feste, peraltro, è stato necessario tenere la spazzatura in casa o sul balcone, invece i bidoni avrebbero potuto evitare ogni disagio».

«Naturalmente a suo tempo – la conclusione – mi è stata assicurata la straordinaria efficienza di un sistema di conferimento che non avrebbe previsto in alcun caso immondizia per la strada oltre il tempo strettamente necessario». La riposta, invece è nelle foto.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Pesaro, del pullman incendiato in autostrada è rimasta solo la carcassa poteva essere una strage Successivo Martedì Monsignor Tonucci festeggia i 25 anni di episcopato