Ripatransone, malore al volante: muore a pochi metri da casa

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 2 febbraio 2015 – Stroncato da un malore al volante della sua auto, proprio davanti all’abitazione in località Valtesino di Ripatransone, contrada Fonte Antica. La vittima si chiama Luigi Ciotti, agricoltore di 64 anni, sposato e padre di una ragazza di 25 anni. E’ accaduto intorno alle ore 17,30 di ieri pomeriggio. La dinamica dei fatti:l’uomo era stato in campagna, insieme alla moglie, ad accudire gli animali nella stalla. A un certo punto ha deciso di tornare a casa alla guida della sua vecchia Fiat Punto e avrebbe dovuto tornare, da lì a pochi minuti, invece la consorte non l’ha più visto tornare indietro.

L’ABITAZIONE si trova poche decine di metri più ovest rispetto al luogo in cui il suo cuore ha smesso di battere, quindi ha percorso la provinciale Valtesino per una trentina di metri. Avrebbe dovuto svoltare a destra per rincasare, invece ha attraversato tutta la carreggiata finendo nella campagna sul versante sinistro della strada, con la macchina che si è arrestata da sola. Per fortuna in quel momento non si sono trovati a passare altri veicoli, che si sarebbero trovati a fronteggiare un’automobile senza più nessuno alla guida, con un conseguente rischio d’incidente.

A dare l’allarme è stato un vicino di casa che ha visto la vettura in mezzo ai campi. Inutili i soccorsi. Il sessantaquattrenne era deceduto. Sul posto è intervenuto un equipaggio del 118 e le pattuglie dei carabinieri delle stazioni di Ripatransone e Offida, che hanno eseguito i rilievi e svolto gli accertamenti di rito. Il sostituto procuratore della Repubblica, stabilito dalle autorità sanitarie che il decesso era avvenuto per cause naturali, ha disposto che la salma fosse trasportata nell’abitazione della vittima e messa subito a disposizione della famiglia. Luigi Ciotti non aveva mai sofferto di particolari malattie e per tutta la mattina di domenica aveva partecipato a una battuta di caccia con amici. Un evento luttuoso che ha lasciato increduli i familiari e gli abitanti della vallata, dove l’uomo era conosciuto e stimato. Le condizioni di salute dell’agricoltore erano buone e nulla avrebbe fatto ipotizzare una morte fulminante.

 

 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Il racket arriva nelle Marche. Maxi inchiesta di Bari: un arresto a Jesi Successivo Fabriano - Disoccupati ex Ardo, verso lo sblocco dei 35 milioni per chi li assume