Riscaldamento ko nella palestra: niente ginnastica per 250 alunni

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche, 9 gennaio 2015 – Fa troppo freddo nella palestra della scuola: niente ginnastica per i 250 bambini delle elementari Zavatti. Proprio ieri infatti nelle case degli alunni è arrivata una circolare che spiega come, a causa di un guasto verificatosi da qualche mese all’impianto di riscaldamento, la dirigenza dell’istituto e le referenti del plesso di viale Vittorio Veneto hanno ritenuto opportuno «sospendere le lezioni di educazione motoria, per evitare agli alunni problemi di salute». Messo il lucchetto agli armadietti con palle mediche, corde e clavette lasciate all’interno, tra i genitori serpeggia il malcontento, tanto che la protesta è arrivata anche sul web.

Antonella Marcatili, dirigente scolastico dell’Isc “Via Ugo Bassi”, spiega: «Il guasto è avvenuto prima di Natale e abbiamo subito avvisato l’amministrazione che ha svolto dei rilievi con i tecnici comunali. Dalle verifiche è emerso un problema più ampio, che necessita quindi di un intervento consistente. E di vari passaggi burocratici. Auspicavo una risoluzione più veloce – prosegue il dirigente scolastico –, da completarsi durante le festività. Ma alla ripresa delle attività didattiche mi sono presa la responsabilità di sospendere le lezioni, dopo che la referente mi ha informata circa la situazione della palestra. Stiamo continuando a chiedere al Comune una rapida soluzione: l’ultima lettera all’ufficio tecnico è stata inoltrata proprio stamattina (ieri, nda)». Mandare gli alunni in una vicina struttura? Non è semplice. Affatto. «Basti pensare – prosegue con rammarico la Marcatili – che la stessa media Annibal Caro, che fa parte del nostro istituto comprensivo, è nata senza palestra, tanto che gli studenti devono spostarsi per fare ginnastica allo stadio». L’assessore ai Lavori pubblici Marco Poeta tranquillizza alunni e docenti: «La segnalazione ci è arrivata a metà dicembre – dice l’assessore –, seguita da un sopralluogo. Abbiamo notato che i lavori da fare non interessano solo la parte interna dell’impianto, ma anche quella esterna. Sono state contattate diverse ditte e dovremmo avere a breve tutti i preventivi, che andranno quindi valutati. Spero entro la prossima settimana di concludere l’iter con il passaggio in giunta, per far poi partire l’intervento. Tempi tecnici? Speriamo di terminare l’opera entro fine mese».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Charlie Hebdo: trovati i fratelli Kouachi. Violenta sparatoria: uccisi due agenti Successivo Pesaro, avvocato morto d'infarto in Egitto Lunedì il rientro della salma di Angelo Natale