Riti voodoo per fare prostituire giovani nigeriane: sei condanne

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 11 marzo 2015 – Si è concluso con severe condanne (fino a nove anni e nove mesi di reclusione) il processo in corte d’assise a Macerata a carico di sette nigeriane coinvolte in un vasto giro di prostituzione.

Il procedimento aveva preso le mosse dall’inchiesta ‘Foglie nere’, condotta dalla procura distrettuale antimafia di Ancona nel 2009. All’epoca erano stati eseguiti 34 ordini di arresto a carico di altrettanti indagati ai quali si contestavano i reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, tratta di esseri umani e riduzione in schiavitù.

Le persone finite nell’inchiesta erano accusate di reclutare giovani donne in Nigeria per farle prostituire in Italia, in particolare ad Ancona, Macerata e Fermo, impegnandole, con un giuramento mediante riti voodoo, a versare all’organizzazione tra 50 e 60 mila euro. La corte d’assise ha condannato sei delle sette imputate; una è stata assolta.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente La Cisl è il primo sindacato della scuola Al voto in provincia il 70% del personale Successivo IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano-