Riviera delle Palme, la Decasol trova l’accordo con le ditte creditrici

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

San Benedetto. 13 gennaio 2106 – Si avvia, finalmente, ad una soluzione la questione stadio: le tre aziende che erano ricorse al Tar e quindi Lacil, Saf e Skidata avrebbero raggiunto un accordo con la Decasol che, quindi, ha proposto loro una transazione del debito. Parliamo al condizionale perchè c’è l’accordo fra le parti ma non vi è ancora stato il passaggio formale. Come è noto il Tar aveva imposto al Comune di riaprire il procedimento amministrativo così da inserire anche le tre aziende creditrici che inizialmente erano state escluse nelle transazioni economiche. Secondo i tempi dettati dal Tar (30 giorni), il Comune ha riaperto il procedimento e aveva chiamato le parti a presentare delle memorie. Memorie che si sarebbero discusse il 15 gennaio. Ed invece in quella data, se non prima, la questione sarà già chiusa. Già da quattro o cinque giorni, infatti, Lacil, Saf e Skidata, attraverso i loro legali avevano sentito la Decasol e pattuito la transazione al 30% del credito. La Skidata doveva percepire intorno ai 200mila euro, Lacile e Saf, invece, intorno ai 140mila euro, 119mila circa la prima e 20mila circa la seconda. In tre, invece, hanno accetto una cifra intorno ai 140mila euro, poco più del 30%. Le tre aziende dal giorno dell’accordo verbale sono rimaste in attesa. La Decasol, infatti, stava cercando di capire come muoversi e soprattutto decidere se assolvere o meno al debito così come aveva già fatto lo scorso anno con le altre aziende. Infine, ieri sera, c’è stata una accelerata da parte di Decasol e dunque adesso la situazione va solo definita. Si chiuderebbe, così, un lungo calvario che dura da anni e il Riviera delle Palme il cui impianto fotovoltaico, a questo punto, resterà in capo alla Decasol, sarà finalmente messo a disposizione della Sambenedettese: si potrà anche firmare una convenzione pluriennale con il club rossoblù. A febbraio, inoltre, si metterà un punto anche sulla Rdp: è, infatti, fissata l’udienza di fallimento sulla base di una istanza arrivata già tempo fa.

Sabrina Vinciguerra

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Reginaldo: «Samb, grazie per questa opportunità» Successivo Macerata, omicidio Sarchiè, sta per uscire la sentenza la figlia sfida gli imputati: «Fateci ora la pernacchia»