Ruba una borsa, ma l’App sul cellulare consente ai carabinieri di ritrovarla

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Marotta (Pesaro-Urbino), 20 gennaio 2015 – Rintracciata e denunciata dai carabinieri di Marotta una donna che aveva rubato una borsa in un locale fanese. Determinante per scovare la ladra e recuperare la refurtiva, una “app” installata sullo smartphone della vittima del furto. Dopo una serata gradevole e divertente trascorsa in un noto locale del lido di Fano, l’amara sorpresa: la borsa poggiata sulla sedia non c’è più.

La proprietaria, una ragazza, chiama subito i carabinieri e denuncia l’accaduto. Nella borsa c’era il suo cellulare sul quale aveva istallato un’applicazione utile a localizzarlo. Seguendo le indicazioni fornite dal sistema si scopre che la borsa sta viaggiando in direzione sud, verso Marotta. Alla pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile di Fano si aggiunge, quindi, nella ricerca una della stazione marottese.

Ad un certo punto il telefono si “ferma” davanti a un pub. Controllati i clienti all’interno non si trova traccia della borsa e del telefono, che nel frattempo continua a squillare. Tra i clienti, però, vengono notate tre ragazze che senza trasparire nessuna preoccupazione, escono dal locale, salgono in auto e si allontanano.

Dopo poco il telefono comincia a “muoversi” nuovamente finché viene spento. A quel punto, nei dintorni del luogo dove il telefono è stato spento, si nota la stessa auto vista di fronte al pub ed utilizzata dalle tre ragazze per allontanarsi. Rintracciata la proprietaria, una 39enne del posto, dopo le iniziali resistenze, consegna la borsa con tutto il suo contenuto: un cellulare, 150 euro ed un paio di orecchini d’oro. La donna abbozza una giustificazione inverosimile: avrebbe trovato la borsa per terra in un locale a Fano mentre era insieme ad altre quattro amiche e l’avrebbe presa per poi consegnarla il giorno successivo in caserma. All’obiezione sul perché alla vista dei militari di fronte al pub di Marotta non ne avesse fatto cenno, però, segue il silenzio. La donna è stata deferita in stato di libertà per furto e la borsa con tutto il suo contenuto riconsegnata alla legittima proprietaria. s.fr.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Unioncamere, 5 mila posti lavoro Successivo Perde tutto al videopoker e finge una rapina