Rubano in una casa di Pantano: due albanesi arrestati poco dopo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 29 dicembre 2014 – Stavola li hanno presi. Sono due giovani albanesi, che avevano appena fatto razzia in una casa al civico 12 di via Tombesi. Il furto è avvenuto ai danni della famiglia di Leonello Balestrieri, che abita lì con la moglie Cecilia e uno dei due figli.

La coppia di pensionati rientra dalla messa intorno alle 19 di sabato scorso, avevano lasciato l’abitazione poco più di un’ora prima. Racconta Cecilia: «Mi sono accorta subito che qualcosa non andava quando ho visto l’alberello di Natale messo davanti al portone, in maniera che intralciasse, era in una posizione strana. Quando ho aperto il portone blindato e sono entrata in casa ho visto il disastro. Sia la camera mia che quella di mio figlio messe totalmente a soqquadro, hanno ribaltato i cassetti, l’armadio, hanno portato via tre orologi in tutto, circa 150 euro, hanno anche rovistato in una delle mie borse. Abbiamo visto dai vetri rotti che sono entrati rompendo una delle finestre in pvc che danno su uno dei terrazzi. E sono fuggiti dal retro, passando attraverso il giardino. Eppure noi avevano la macchina parcheggiata davanti a casa». Probabilmente i ladri hanno controllato che la coppia uscisse e poi sono entrati. La donna è ancora sotto shock: «Sono traumatizzata – racconta – per come ho trovato la casa. Mia figlia ha chiamato il medico e mi hanno dato dei calmanti. Mi è salita l’ansia, e ho fatto la notte in bianco».

I ladri fuggono subito dopo, ma la chiamata tempestiva fatta dal marito della donna ai carabinieri permette alla pattuglia del Radiomobile di rintracciarli non lontano da lì. I due vengono bloccati e intono alla mezzanotte portati in caserma, arrestati per furto aggravato. Parte della refurtiva è stata recuperata e restituita: ad esempio due orologi. Per oggi è fissato il processo di direttissima.

Ma la notte scorsa è stata ‘calda’ dal punto di vista dei furti. Un altro tentativo è stato fatto alla ‘Sda’, la ditta di consegne del Gruppo poste italiane in Strada dei cacciatori. Ditta già nel mirino dei ladri altre due volte negli ultimi mesi. Una volta era successo l’11 ottobre scorso, con 22 mila euro di bottino, l’altra il 6 dicembre, con un bottino di circa 15mila. I carabinieri l’altra notte sono intervenuti subito, dopo che è suonato l’allarme, e l’arresto dei malviventi – pare che fossero in quattro, forse gli stessi delle volte scorse, visto che l’avevano sempre fatta franca – è mancato per un nulla. Non è chiaro ancora l’ammontare del bottino e se c’è stato. Altri piccoli furti sono stati segnalati in alcune case e Borgo Santa Maria, ma con bottini di scarso valore. Indagano sempre i carabinieri.

 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Fabriano - Il turismo, risorsa per l'economia, 2014 cifre da record Successivo Raptus di follia in stazione, rischiata la tragedia