Rubano vini e liquori ​arrestati al ristorante

20140826_sbrodovino_ristorante.jpg.pagespeed.ce.odsIM10Kdf

FABRIANO – Rubano vini, liquori e denaro al ristorante, ma vengono colti in flagrante dagli agenti del commissariato. 
Sono stati arrestati l’altra notte con l’accusa di furto aggravato con scasso al ristorante “Sbrodovino” di Fabriano M.D., 54 anni, e M.E.A., 38 anni, entrambi marocchini residenti a Fabriano e provvisti di regolare permesso di soggiorno. L’arresto è stato convalidato e i due extracomunitari sono stati rimessi in libertà in attesa del processo che è stato fissato per il 5 novembre. I due nordafricani, già noti alle forze dell’ordine e denunciati, fra l’altro, il 9 maggio scorso per furto con scasso commesso al circolo Arci “Il Corto Maltese”, nella notte tra lunedì e ieri sono entrati in azione intorno all’1,30, forzando la porta d’ingresso del ristorante “Sbrodovino”, in piazza dei Partigiani. Un volta all’interno del locale, i due furfanti hanno agito indisturbati, arraffando bottiglie di vino e di liquori e impossessandosi pure di un centinaio di euro. Sono stati gli agenti del commissariato di polizia, mentre svolgevano normali servizi di controllo predisposti dal vice questore aggiunto Mario Russo, a insospettirsi per dei movimenti strani nelle vicinanze del ristorante. Di qui l’intervento immediato che ha mandato all’aria il piano dei due malviventi. Alla vista dei poliziotti, M.D. e M.E.A. hanno tentato di svignarsela, uno a bordo di un’auto e l’altro a piedi, ma la fuga è stata di appena pochi metri, visto che entrambi sono stati bloccati dagli agenti dopo una lievissima colluttazione. I due extracomunitari, essendo stati colti in flagranza di reato, sono stati arrestati per furto aggravato con scasso. Ieri mattina, sono comparsi davanti al giudice che ha convalidato l’arresto, fissando la data del processo al 5 novembre. Nel frattempo, i due marocchini sono stati rimessi in libertà. Come anticipato, M.D. e M.E.A. non sono nuovi a reati del genere, tanto è vero che appena tre mesi e mezzo fa avevano commesso un furto al circolo Arci “Il Corto Maltese”, in via Verdi. Nella circostanza, i due ladri avevano portato via denaro contante e birre, liquori, crodini e altri tipi di aperitivi per un valore complessivo di circa 1.500 euro. Attraverso i filmati delle telecamere posizionate nei pressi della scalinata che da via Verdi conduce all’Oratorio della Carità, la polizia era risalita ai due nordafricani, per poi denunciarli.

Leggi l’articolo Fonte Il Corriere Adriatico

Precedente Sfregiata con l'acido a Pesaro, il padre di Varani «Luca sta ancora male, ma ha trovato la Fede» Successivo Mosè, il figlio dell’alluvione. "Salvato dalle acque, segno divino"