Sabbia: Strusi limita la navigazione. Metà flotta peschereccia lascia il porto

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Porto San Giorgio, 10 gennaio 2015 – «Per garantire la sicurezza della navigazione debbo emanare un’ordinanza con limiti di pescaggio inferiori rispetto ai tre metri». Così il comandante dell’Ufficio circondariale marittimo, Fabrizio Strusi, in relazione alla precaria navigabilità nel canale d’ingresso al porto a causa dell’accumulo di sabbia. La nuova ordinanza comporterà che d’ora in poi l’impianto portuale sarà interdetto ai motopescherecci di maggiore stazza. Forse, quattro dei sei attualmente all’attracco.

Per informare gli operatori del provvedimento, il comandante li ha convocati, ieri in Capitaneria, presenti il sindaco Loira e gli assessori Ciabattoni e Talamonti: «Ho voluto l’incontro – spiega Strusi – per condividere con gli interessati le mie preoccupazioni sul discorso del basso fondale e le ripercussioni che si possono avere sulla sicurezza della navigazione».

Gli operatori le hanno condivise?

«Certo, del resto conoscono quanto me la gravità della situazione. Qualcuno avrà dei disagi e ci potranno essere ripercussioni negative anche a livello d’immagine ed io sono il primo ad esserne dispiaciuto. Ma questo era l’unico intervento immediato che si potesse prendere per fare fronte ad una situazione che sta arrivando al collasso».

L’ordinanza avrà validità fino a quando non saranno stati effettuati i lavori di dragaggio. La guardia costiera darà autorizzazione ad uscire dal porto le barche non in grado di rispettare i limiti di pescaggio prescritti. Quindi dovranno andare ad ormeggiare altrove. «Anche se comporterà disagi non indifferenti ad alcuni di noi, il provvedimento di Strusi non può che essere condiviso perché attiene alla sicurezza, che viene prima di ogni altra cosa – commenta il presidente dei vongolari, Gerardo Fragoletti -. Al momento, il problema non interessa direttamente i vongolari, ma l’accumulo di sabbia è continuo per cui la situazione si farà sempre più drammatica. Per questo faremo sentire la nostra voce a chi di dovere perché si faccia il dragaggio con estrema urgenza». Oltre a Fragoletti, presenti all’incontro Giovanni Vagnoni, Federico Quondamatteo e Francesco Tarantini.

Silvio Sebastiani



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Delitto di Chiaravalle, in carcere Nica: l'assassino della porta accanto Successivo «Attentato alla vita umana e alla libertà»