Salme degli operai restituite, oggi rito funebre islamico

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Fermo, 3 ottobre 2014 –  Scatta una nuova iniziativa di solidarietà per aiutare le famiglie dei due operai kosovari uccisi dal loro ex datore di lavoro. Lo comunica il rappresentate della comunità albanese di Fermo, Granit Mucaj: «Condanniamo la violenza e ringraziamo la stampa per il difficile lavoro svolto nel dare la notizia senza esprimere giudizi alcuni.

Chiediamo aiuti per le famiglie delle vittime e comunichiamo il conto corrente postale loro dedicato: Kucanaj Valbone IT63D0760113500001022072167. Abbiamo accolto con piacere la vicinanza mostrata dall’ambasciata del Kosovo, dal sindaco di Fermo e dalle altre autorità locali, sindacati, le associazioni e soprattutto dai semplici cittadini nei confronti delle famiglie delle vittime e di tutta la comunità albanese. Apprezziamo l’iniziativa intrapresa dalle sigle sindacali dei lavoratori e degli imprenditori di chiedere e dare sostegno alle famiglie delle vittime ed esprimersi con sdegno per il terribile gesto che ha spezzato due giovani vite e della realtà lavorative dove regna incertezza e malessere che minacciano i rapporti tra i lavoratori e imprenditori.

Sono in tanti gli operai, lavoratori autonomi, e imprenditori che si trovano oggi in difficoltà perché non riescono ad incassare i soldi per i lavori svolti». «Noi siamo vicini alle famiglie delle vittime – aggiunge Mucaj – per contribuire, quanto possibile ad alleggerire il dolore, e soprattutto per garantire un sostegno economico duraturo, considerato soprattutto la tenera età dei bambini rimasti senza padre».
Intanto, la Procura delle Repubblica di Fermo ha concesso ieri il nullaosta per la restituzione delle salme di Mustafà Nexhmedin e Advily Valdet. Oggi sarà celebrato il rito funebre islamico che prevede il lavaggio dei corpi, dopodiché le bare saranno collocate all’obitorio di Fermo per permettere a parenti, amici e conoscenti di dare l’ultimo saluto alle due vittime. Domani, dopo la benedizione dell’Imam, le salme partiranno alla volta del Kosovo, dove saranno tumulate.



 

Precedente Maxi debito, petroliera sequestrata Successivo Tir resta incastrato tra piazza Sciocchetti e viale Colombo: traffico in tilt