SALVABANCHE, TERZONI (M5S): “DOPO UN ANNO RIMBORSI SOLO PER 4 MILA SU 130 MILA TRUFFATI: UNA VERGOGNA”

salva-banche

IL BORGHIGIANO IL BLOG DI FABRIANO E DELLE MARCHE –

“E’ passato un anno da quando, nel silenzio di una uggiosa domenica di novembre, il governo Renzi decise di partorire un in degno testo per salvare Banca Marche, Banca Etruria, CariChieti e CariFerrara e di “mangiarsi” letteralmente i risparmi di una vita di oltre 130 mila italiani. Un’operazione difficile da dimenticare, visto che insieme ai colleghi del M5S in Aula ci siamo battuti e continueremo a batterci perché a queste persone venga restituito il maltolto. A 12 mesi da quella scelta scellerata, sappiamo con certezza che di quei 130 mila tra azionisti e obbligazionisti dei quattro istituti in questione, molti dei quali risiedono nella regione Marche, ne verranno rimborsati soltanto 4 mila. Parzialmente, oltretutto: una macchia indelebile nella storia politica del nostro paese che, ricordo, vede il risparmio tutelato dalla carta costituzionale, quel testo che in maniera aberrante ora lo stesso governo punta a stravolgere. Non solo: i tanto dibattuti arbitrati sono praticamente al palo e i pochissimi che verranno risarciti rischiano un carico impositivo ad hoc sul denaro che riavranno indietro. Uno scandalo difficile ormai anche da commentare: non ci daremo pace finché questa gente sarà in piazza a chiedere giustizia, come è accaduto pure oggi a Roma”.

E’ quanto afferma, in una nota, la portavoce del Movimento 5 Stelle presso la Camera dei Deputati On. Patrizia Terzoni.

“Intanto – sottolinea – la risoluzione si è rivelata un pasticcio che costa e costerà almeno 4-5 miliardi a tutti: banche, investitori e persino alla collettività attraverso l’erario, alla faccia di chi diceva che il principio del bail-in tutelerebbe le casse pubbliche. Compresa la portata del disastro, il governo sta infilando “regalini” qua e là nei testi in discussioni in Parlamento per rendere la pillola meno amara. Siamo di fronte a una vera e propria catastrofe, i cui effetti peggiori si devono ancora vedere: Renzi se ne deve assumere la responsabilità. E mettendosi una mano sulla coscienza, è il caso che qualcuno ascolti i rappresentanti di queste famiglie, perché finora abbiamo assistito soltanto a vergognosi silenzi sulla vicenda”.

Precedente Fabriano - Il sogno della Pedemontana: 4mila firme senza risposta Successivo Il Borghigiano - Di chi è il compleanno?.....