San Benedetto, magica «Notte di Mezza Estate»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

San Benedetto (Ascoli), 6 giugno 2015 – Sarà una ‘Notte di Mezza Estate’ ricca di novità quella che si terrà il primo agosto e che senza dubbio è l’evento clou dell’estate. La prima novità è senz’altro l’organizzazione: quest’anno a cura della neonata Spam, «spazzatura», nome scelto non a caso ad indicare qualcosa di indesiderato, di nuovo. Dentro i giovani della ex Blu Art che si occupò lo scorso anno di mettere insieme l’evento in fretta e furia per sopperire allo scioglimento dell’associazione ‘Notte Bianca’, ma pure la professoressa Flavia Mandrelli del Bizzarri che è presidente di Spam ed anche l’Itb. Chi vuole entrare nell’organizzazione, poi, è sempre in tempo perché come sottolineato dai ragazzi «più si è e meglio è».

Altra grande novità: dei droni riprenderanno dall’alto tutta la manifestazione. E ancora: torna la grande discoteca all’aperto che sarà istituita nell’area dell’ex Galoppatoio e che tirerà fino all’alba. Si perché quest’anno la Notte di Mezza estate si protrarrà fino all’alba e non mancheranno in tutti i negozi gli sconti che aumenteranno col trascorrere delle ore. Il perimetro che interesserà la manifestazione sarà quello delimitato dalla statale 16, viale Moretti, piazza Garibaldi e viale Buozzi. Area a cui si aggiunge il Galoppatoio per ospitare la discoteca, che comporterà la chiusura di via delle Tamerici.

Quindi l’idea è quella di convogliare tutti, nella prima fase, nel centro cittadino e nella seconda nella discoteca all’aperto. Altra novità: non vi saranno gruppi locali bensì concerti top. Dove? In piazza Giorgini sarà posizionato un palco ed in piazza Matteotti un altro a cura di R9, nuovo partner. I nomi? Per ora sono certi i La Rua e gli Avvoltoi ma ve ne saranno altri da definire. L’organizzazione è ancora in fase di allestimento. L’area dedicata ai bambini resta e sarà istituita alla Palazzina Azzurra ed in viale Olindo Pasqualetti. E altra chicca: in via Curzi saranno presenti le peculiarità di tutto l’hinterland. Nell’intento di far divenire l’evento, il fulcro dell’intera provincia si è infatti pensato ad un mercatino che vedrà protagonisti artigiani e produttori del territorio. Le spese saranno tutte a carico dei commercianti.

E quest’anno le adesioni sono state più di quelle dello scorso anno. Il Comune contribuirà, invece, badando a sicurezza e pulizia. «Per noi – ha detto Alessandro Marini fra gli organizzatori – questa è la prima edizione perché quella dello scorso anno era la numero zero. L’anno scorso abbiamo avuto un ottimo riscontro e quest’anno andrà anche meglio con i fari sempre puntati sulla sicurezza. L’anno scorso non si è verificato alcun episodio particolare». «Sono fiera – ha aggiunto la presidente Mandrelli – di guidare questi giovani. Questo è un territorio che merita il nuovo. Deve sapere aprirsi».

Sabrina Vinciguerra



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Parola d’ordine: antidegrado. «Dobbiamo tutelare la bellezza della nostra città» Successivo Ancona, sacerdote soprende un ladro in chiesa e lo fa fuggire