Santoro, lettera d’addio degli amici: «Per noi resti sempre un esempio»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Matelica (Macerata), 6 giugno 2015 – È stato celebrato nella chiesa della Regina Pacis di Matelica il funerale di Maria Paolucci, 88 anni, e Andrea Santoro, 44. I due, madre e figlio, erano stati trovati senza vita mercoledì mattina, nel loro appartamento in via Laurini. Lei, la madre, stroncata da un infarto; lui, il figlio, morto suicida dopo avere trovato l’anziana senza vita. Nell’omelia il sacerdote lo ha ricordato come un uomo devoto a sua madre, unico familiare rimastogli, e ha esortato i presenti a non abbandonare mai chi si trova nel vortice nero della depressione, aggiungendo che «è necessario vivere nella fede del Signore. Solo così potremo dar sollievo alle nostre debolezze».

In prima fila i parenti, Ines Santoro e Dino Paolucci, che avevano già dichiarato di non essersi resi conto di quanto stesse male il loro nipote Andrea negli ultimi tempi. Infatti, nell’ultimo periodo Santoro aveva interrotto i rapporti con gli zii, i quali si sono dichiarati scossi per l’accaduto, «un fulmine a ciel sereno».

Al termine della funzione la commovente lettera degli amici di Santoro, i quali hanno voluto ripercorrere con la memoria e le parole la loro amicizia con l’uomo. «I tuoi anni sono i nostri anni – recita la lettera scritta dagli amici – il tuo pensiero il nostro pensiero, la tua forza la nostra forza, la tua debolezza la nostra debolezza. A scuola eri il nostro rappresentante d’istituto, un idolo per tutti noi. Ricordiamo i tuoi discorsi, che tutti applaudivano. Eri geniale. Ricorderemo sempre le lunghe passeggiate piene di discorsi, pensieri e sogni per il futuro. E ti piaceva la velocità, così dai pattini sei passato alle macchine e infine alle moto. Eri un pilota modello, la velocità per te era libertà. Per noi eri e sei un uomo da cui prendere esempio, e perfino ora ci stai insegnando qualcosa. Dobbiamo imparare a tenerci stretti gli amici, a prenderci cura di loro. Noi cercheremo di cambiare».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Jesi, noleggia un pullmino e non lo restituisce a Crognaletti Successivo Jesi, incredibile incidente alla festa di matrimonio: invitata finisce all'ospedale