Saracinesca Baiocco, Maceratese bloccata in casa dall’Arezzo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Maceratese 0

Arezzo 0

MACERATESE: Forte; Imparato, Altobelli, Faisca, Karkalis; D’Anna (42’ st Orlando), Carotti, Foglia, Buonaiuto (31’ st Alimi); Fioretti, Kouko. A disp. Di Vincenzo, Massei, Clemente, Djibo, Sarr, Cesca, Belkaid, De Angelis, Clamita, Cantarini. All. Bucchi.

AREZZO: Baiocco; Carlini (27’ st Masciangelo), Monaco, Milesi, Mandrigali,Brumat; Feola, Tremolada, Capece; Cori (43’ st Gambadori), Bentacourt. A disp. Rosti, De Martino, Panariello, Pugliese, Ceria, Calabrese, Mariani. All. Esposito (Capuano squalificato).

Arbitro: Di Martino di Teramo.

Note – Ammoniti Carotti, Cori, Karkalis, Altobelli, Feola, Foglia

Macerata, 20 dicembre 2015 – Non è facile trovare spazi dove affondare i colpi e quando la Maceratese ci riesce si trova davanti un Baiocco che non si lascia mai sorprendere. L’Arezzo sa chiudersi bene difendendosi con cinque elementi e i tre centrocampisti sono sempre a ridosso dei compagni della difesa per cui gli spazi sono ridotti ai minimi termini. E allora non sorprende più di tanto che al 27’ la Maceratese abbia una buona occasione quando Carotti ruba palla e verticalizza per Buonaiuto, l’esterno supera in dribbling l’avversario e da dentro l’area lascia partire un tiro deviato in angolo dal portiere Baiocco. Prima (9’) ci aveva provato Kouko, ma anche in questo caso Baiocco ha chiuso lo specchio della porta, uscendo prontamente dai pali. Al 41’ ci ha provato ancora Buonaiuto, stavolta su punizione, ma anche in questa occasione il portiere non si è lasciato sorprendere respingendo in tuffo.

E l’Arezzo? I toscani non si sono resi pericolosi dalle parti di Forte, anche se al 21’ i tifosi locali hanno un brivido quando Cori calcia in fondo alla rete, ma l’arbitro aveva interrotto l’azione prima del tiro rilevando un fallo del giocatore in attacco.

Nella ripresa l’Arezzo prova al 4’ e al 20’ la via della rete con Tremolada su calcio di punizione, ma in entrambe le circostanze il centrocampista deve fare i conti con Forte abile a chiudere lo specchio della porta. Al 13’ la risposta della Maceratese con Imparato che tenta la via del gol, il difensore calcia al volo mandando di un soffio la palla sul fondo. Proteste in casa biancorossa quando l’arbitro non ammonisce Cori, come del resto aveva fatto poco prima con Carotti, il giocatore infatti si aggiusta il pallone con il braccio e tira un sospiro di sollievo considerando che il secondo giallo lo avrebbe mandato negli spogliatoi. Al 24’ contropiede della Maceratese: il portiere respinge la prima conclusione di Foglia e la successiva di Kouko che aveva mirato sul primo palo. Al 49’ ci prova Orlando, ma anche questa volta Baiocco si supera e devia in tuffo la conclusione ravvicinata del biancorosso. Al 50’ colpo di testa di Alimi e il portiere dell’Arezzo si salva in angolo dimostrandosi il migliore in campo.

Lorenzo Monachesi

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Grottazzolina, ladri a mani vuote La casa già "visitata" pochi giorni prima Successivo 23enne morta in Spagna, funerali