Saverio Marconi riparte dal Feronia con ‘Variazioni enigmatiche’

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

San Severino (Macerata), 7 novembre 2014 – Riparte da San Severino per la nuova tournée nazionale, dopo una residenza di riallestimento, lo spettacolo “Variazioni enigmatiche”, scelto da Saverio Marconi per tornare sul palcoscenico da interprete. L’appuntamento è per domenica 9 novembre, alle 17, al teatro Feronia.

Lo spettacolo è tratto dal testo più celebre di Schmitt, pubblicato nel 1995 e rappresentato in tutto il mondo dai più famosi attori, tra cui Alain Delon in Francia e Donald Sutherland in Inghilterra. Il titolo fa riferimento alle “Enigma variations” di Edward Elgar, quattordici variazioni su una melodia che sembra impossibile riconoscere.

È la storia del confronto tra Abel Znorko (premio Nobel per la letteratura, che si è ritirato da anni a vivere da eremita in un’isola sperduta nel mare di Norvegia vicino al Polo Nord ma conserva un intenso rapporto epistolare con la donna amata) ed Erik Larsen (sconosciuto giornalista a cui lo scrittore concede un’intervista). L’incontro, tra momenti di ferocia e di compassione, si trasforma nella sconvolgente scoperta di verità taciute e dell’illusione in cui i due si sono calati per anni e ha l’andamento di un thriller psicologico con continui e inattesi colpi di scena nella trama.

La scenografia segue l’idea di una sospensione e rappresenta una casa che ha pareti ma al tempo stesso non ne ha, come l’isola dove si svolge la storia, il cui disvelamento graduale è un capolavoro di letteratura teatrale. Le luci ricreano all’interno un ambiente intimo e caldo ed evocano invece il gelido crepuscolo artico che filtra dall’esterno. La scelta di affidare la regia a Gabriela Eleonori nasce dalla volontà di una prospettiva femminile nella lettura di una storia in cui una donna, con la sua assenza, è comunque protagonista. Una storia indimenticabile.



 

Precedente Soldi sequestrati a Garufi, il caso torna al Riesame Successivo Porto San Giorgio: si recuperano gli yacht bruciati