‘Sbullit’: rinascere con la musica contro i bulli

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Fano, 2 novembre 2014 – Un sogno è grande quanto grande è credere in un sogno». Con questo slogan è stato presentato l’altro ieri Sbullit Action un progetto di contrasto al bullismo e di educazione delle nuove generazioni, che coinvolge le scuole fanesi con l’ambizione di diventare presto un format televisivo.

«È un progetto unico spiegano gli ideatori riuniti nell’associazione Vocinelvento Onlus, che porterà nel sociale l’azione a tutela e protezione dei ragazzi e attraverso gli artisti lo sviluppo dei giovani e del loro futuro: con musica, progetti scolastici, arte, canzoni, poesia e tanto altro». La mission dell’intero progetto è intercettare le azioni di bullismo e programmare un’assistenza coordinata tra docenti, psicologi e genitori per individuare i ragazzi fragili e creare quel rapporto amicale confidenziale con gli adolescenti.

È una proposta multidimensionale che si snoda attraverso tre linee principali: piattaforme virtuali di scambio tra operatori e vittime, il fumetto e la musica. In collaborazione con l’ente formativo Praxis è il progetto teatrale Amaranta.

Il sogno a portata di mano è quello di realizzare qui a Fano, su un terreno privato di circa centomila metri quadri (tra Chiaruccia e Tre Ponti) una tensostruttura da 5mila posti «pronti per almeno 5mila idee» che offrirà lavoro a 70 persone circa. «L’idea spiega Mario Zamboni – nasce da un sogno avuto in comune con l’amico Lucio Dalla: creare un ambiente che rappresentasse un lab-oratorio di idee sul modello di Don Bosco, dove persone anche vittima di soprusi avrebbero potuto esprimersi in svariate forme creative. Il mondo della canzone è un pianeta ideale dove ragazzi si ritrovano. Fano produce musica ed attraverso la musica possiamo dare autostima ai ragazzi e ai giovani, anche più fragili». Costo complessivo dell’operazione 6milioni di euro.

Per questo ora si cercano sponsor etici. «Il format vuole essere anche un invito per l’imprenditoria ad investire in un’iniziativa di grande spessore che vede realizzare un progetto per i giovani e la loro crescita, posti di lavoro e un futuro migliore per i nostri figli. Il progetto, con la creazione di opere di impresa che diventino impresa sociale, è una risorsa in quanto offre occupazione persone appartenenti a categorie di ogni genere in particolare quelle protette». Con l’aiuto di Armando Dolci che ha collaborato lungo con Lucio Dalla, Aurelio Donninelli (in arte Aax Donnel) che negli anni 80 scalava le top ten europee e giapponese, Luigi Lopez che ha scritto per molti grandi nomi del panorama internazionale (tra gli interpreti delle sue canzoni Mina, Ornella Vanoni e Mia Martini) ed Ernesto Grassani disegnatore del celebre Dylan Dog si cercherà poi di organizzare 10 mega concerti l’anno qui a Fano. Dove? «Abbiamo acquistato sei ettari di terreno e nei prossimi 18 mesi verranno realizzati parcheggi, utenze varie e la piattaforma sulla quale installare la tensostruttura di Zelig Circus. Saranno operative nei tempi successivi una foresteria e la ristrutturazione degli edifici esistenti». Infotel. 0721.830324



 

Precedente Paura in chiesa: il parroco sviene durante la messa Successivo Ubriaca fugge all’alt: inseguita e fermata