Scavano nella sabbia ed estraggono droga, arrestati due pusher

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Falconara Marittima (Ancona), 9 aprile 2015 – Ennesima operazione anti droga dei carabinieri. Ieri pomeriggio la squadra investigativa del luogotente Frittelli ha tratto in arresto due nordafricani per spaccio di droga sul lungomare di Falconara.

Per monitorare il tratto di spiaggia interessato, i militari si sono travestiti da operai, indossando vistose tute fluorescenti e, fingendosi impegnati nella manutenzione di alcune carrozze, hanno concentrato la loro attenzione sui due nordafricani, fermi tra due gruppi di capanni.

Pochi minuti di osservazione sono stati sufficienti per confermare i sospetti: gli africani sono stati visti scavare nella sabbia e recuperare una confezione di sigarette da cui hanno estratto un grosso pezzo di hashish; utilizzando un coltello da cucina e alcune buste di plastica i tre hanno realizzato una decina di dosi di stupefacente, riponendole nel pacchetto a sua volta nuovamente sotterrato nella sabbia.

Dopodiché i due hanno fatto una serie di telefonate, probabilmente per invitare sul posto la clientela; in effetti, dopo una decina di minuti sono arrivati sul lungomare diversi giovani che hanno raggiunto i due; gli africani, ignari degli occhi che li controllavano, di volta in volta hanno estratto dal pacchetto di sigarette le dosi richieste completando la vendita.

Gli investigatori, a questo punto, spogliatisi delle tute da lavoro, hanno raggiunto il lungomare per bloccare i due, chiudendo gli spacciatori fra due fronti. A quel punto gli africani hanno tentato la fuga scavalcando la rete e raggiungendo la sede ferroviaria, ma sono stati immediatamente bloccati sotto lo sguardo attonito di diversi passeggeri di alcuni treni in transito.

La perquisizione si è conclusa col recupero di circa mezzo etto di hashish suddiviso in più dosi e alcune buste di eroina. Sui cellulari dei due è stata trovata un’altra prova dell’attività di spaccio, sotto forma di sms, con cui i due informavano la clientela di essere “a posto” e cioè di avere droga da vendere.

I due A.T., 32enne tunisino e S.F., 28enne algerino, con precedenti specifici, sono stati dichiarati in arresto e trattenuti nelle camere di sicurezza dell’Arma in attesa delle determinazioni del Tribunale dorico.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Fabriano Gubbio in mountain bike 12 aprile Successivo Problema tecnico, rinviato il concerto di Masini