Schianto del bus, autista multato: l’auto non aveva cambiato corsia

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 4 maggio 2015 - La Punto che lunedì scorso precedeva il bus della linea C della Conerobus che si è andato a schiantare contro un muro di via XXIX Settembre, non si è mai spostata dalla sua corsia di marcia. Né tantomeno, avrebbe effettuato un cambio di corsia repentino o comunque tale da costringere l’autista del mezzo pubblico a frenare per evitare disperatamente un impatto drammatico. Le prime risultanze delle indagini della polizia municipale di Ancona sull’incidente che una settimana fa ha rischiato di trasformarsi in tragedia per alcuni dei 18 passeggeri poi rimasti feriti in modo più o meno grave in seguito allo schianto del bus contro il muro del circolo sottufficiali della Marina, smentiscono seccamente quanto si era detto nei momenti successivi all’impatto. 

Ma quindi cosa è successo veramente? Secondo gli investigatori l’autista del bus si sarebbe distratto. Parlando con qualcuno? Usando un telefono alla guida? O semplicemente perchè con la testa stava da un’altra parte mentre trasportava i passeggeri? Sono tutte ipotesi alle quali bisognerà dare un riscontro. Una cosa appare certa.  L’autista si sarebbe accorto troppo tardi che la Fiat Punto con a bordo due persone di Osimo era ferma al semaforo, sulla corsia destra, nonostante la luce fosse già passata al verde.

Sull’asfalto di via XXIX Settembre la polizia municipale ha rilevato venti metri di frenata. Il che significa che lo spazio di avvistamento è di almeno 40-45 metri. Troppo poco per evitare un impatto quasi certo. Quando il bus ha frenato era ormai troppo tardi. Si è rischiato tantissimo. Se il mezzo fosse slittato qualche metro prima o dopo il punto in cui si è invece arrestato, avrebbe fatto una carneficina. Ci sono negozi, un bar, Sul marciapiede senza protezioni camminano sempre pedoni diretti o provenienti dal centro. Una casualità che quella mattina non ci fosse nessuno. L’autista del bus è stato multato sul posto dalla polizia municipale. Ma le indagini non sono certo finite. Nei suoi confronti potrebbero scattare denunce solo a seguito di querela di parte. Nell’incidente alcune persone hanno riportato ferite serie.

 

 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Permesso disabili per vedere la Champions all'estero: denunciato Successivo Miracolo Carpi, dall'Alma alla A