Scompare dopo la serata in discoteca, trovata ubriaca al pronto soccorso

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova, 14 gennaio 2016 – Ore d’ansia per la sorte di una 30enne, scomparsa dopo essere stata a ballare in un locale di Civitanova. La giovane, originaria dell’entroterra maceratese, aveva deciso di trascorrere la serata di martedì al «Donoma» insieme a una comitiva di amici, che però ad un certo punto l’hanno persa di vista e ognuno ha fatto ritorno a casa. Ma non la giovane e ieri mattina, poco dopo l’alba, quando i genitori si sono accorti che non era rientrata e visto che non rispondeva al cellulare, preoccupati che potesse esserle capitato qualcosa di brutto, hanno chiamato la caserma dei carabinieri di Civitanova per dare l’allarme. Sono scattate le ricerche e la 30enne è stata rintracciata poco dopo al pronto soccorso di Civitanova, dove era finita per colpa di una sonora sbornia, smaltita in corsia.

Ha tenuto in apprensione parecchia gente la ragazza, perché dopo la richiesta di auto partita dai familiari, è stato attivato il protocollo del piano di ricerche delle persone scomparse e le prime risultanze non promettevano bene, visto che i carabinieri hanno potuto verificare che il giubbetto con cui la giovane era arrivata nel locale la sera prima non era stato ritirato ed era ancora nel guardaroba. Visionate anche le telecamere della videosorveglianza, interrogati gli amici che erano arrivati con lei a Civitanova, che però hanno detto che ne avevano perso le tracce. Sono state le ricerche negli ospedali della zona a dare la svolta. La 30enne era al pronto soccorso dell’ospedale, dove ha detto di essere stato accompagnata da conoscenti. All’ospedale è arrivata in stato di semicoscienza per l’abuso che aveva fatto di alcol. I medici l’hanno rimessa in piedi e così è potuta rientrare a casa.

Lorena Cellini

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Arcevia - Costringe la figlia di sette anni a prostituirsi, condannato Successivo Valmusone, verso un altro stop i lavori per il nuovo ospedale