Scomparso da dieci giorni, ritrovata l’auto sul Conero

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 19 ottobre 2015 – Era scomparso da casa da ben dieci giorni. La mamma molto anziana che vive con lui però non aveva dato subito l’allarme, suo figlio era solito allontanarsi spesso senza avvertirla né darle spiegazioni. Questa volta però è passato troppo tempo e la donna ha dovuto rivolgersi alle forze dell’ordine, disperata perché crede che possa essergli accaduto qualcosa di molto grave.

L.T., 49enne anconetano, non si era più fatto vivo in giro. L’uomo soffre da anni di gravi disturbi psichici che non l’hanno mai abbandonato. Ieri il ritrovamento della sua macchina, una Ford Fiesta, vicino al cimitero di Sirolo. Non era solito girare per la zona. Era parcheggiata lì nei pressi del camposanto da ben due giorni. Alcuni residenti e sirolesi di passaggio l’avevano notata qualche ora prima. Alle 17.30 di ieri pomeriggio i vigili del fuoco di Ancona e del distaccamento osimano si sono portati sul posto per le ricerche, sospese però attorno alle 19.30 per il venir meno della luce. Hanno battuto il sentiero principale ma poi si sono dovuti fermare per il sopraggiungere del buio.

Le operazioni di ricerca sono già ricominciate stamattina all’alba con tanto di elicottero a coadiuvare la squadra specializzata che sta setacciando il bosco del Conero e tutta la zona del circondario. La task force si concentrerà per tutta la giornata di oggi non tralasciando nemmeno le scogliere. Si cercherà anche in mare ma in un secondo momento. I vigili del fuoco sono stati allertati dalla Prefettura come da protocollo per gli scomparsi. Il centro mobile di coordinamento soccorsi è stato predisposto nel parcheggio del cimitero. Ci si aspetta di tutto però adesso, dieci giorni dall’allontanamento sono un periodo in cui potrebbe essere successo davvero di tutto.

A casa, dove vive da solo con la madre, l’anconetano non avrebbe lasciato biglietti e sembra che non abbia avuto contatti con nessuno dei conoscenti in questo lasso di tempo ma le indagini sono appena iniziate e i Carabinieri di Osimo stanno lavorando per unire i punti di un enigma. Sembra non avesse nemmeno il cellulare con sé, né i documenti. Leggendo la storia del 49enne trapelano indizi che potrebbero far pensare alla più tragica delle intenzioni anche se per ora resta soltanto una delle ipotesi al vaglio. Non è esclusa infatti alcuna pista. La speranza di ritrovarlo sano e salvo adesso è rimessa soltanto ai soccorritori.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Fabriano - Due lampioni della luce cedono, colpita una vettura Successivo Osimo, volo dalle mura storiche: donna si toglie la vita