Scossici, crolla un altro chalet. E’ il terzo in pochi giorni

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Porto Recanati, 3 gennaio 2015 – I bagnini tentano di salvare il salvabile al Lido delle Nazioni, e i vigili urbani, per un disguido di comunicazione tra uffici comunali , bloccano la ditta (autorizzata dall’Ufficio tecnico) che stava riallineando i massi davanti allo chalet La Rotonda. Nel frattempo a Scossicci, anche lo chalet Da Massi viene colpito dalla furia delle onde. La struttura si è piegata, anche qui, in acqua. «Vorrei sapere quando sarà possibile iniziare i famosi lavori di manutenzione dei pennelli per i quali sono disponibili i fondi», chiede Massimiliano Tomassini, titolare dello chalet. Fiducioso in un imminente inizio dei lavori il consigliere comunale con delega al demanio Giuliano Paccamiccio. «Siamo ad ottimo punto con l’appalto. A breve si inizia», ha dichiarato Paccamiccio. Ma torniamo alla vicenda del Lido delle Nazioni. La ditta Brutti, autorizzata dal comune di Porto Recanati, è andata a sud tra lo Chalet Mauro e La Rotonda per rimettere a posto alcuni sacchi di sabbia che il Comune aveva fatto posizionare a protezione della strada tempo fa. L’ultima mareggiata che ha devastato il Masaya li aveva spostati. Insieme ai sacchi sono stati spostati anche un paio di massi che La Rotonda aveva precedentemente posizionato a protezione della struttura per favorire i lavori di riallineamento dei sacchi. Improvvisamente sul posto è arrivata la pattuglia della Polizia Municipale che, ignara dei lavori che si stavano eseguendo, ha bloccato la ditta. «Sono senza parole – commenta Enzo Pandolfi , titolare de La Rotonda – abbiamo fatto spostare tre massi caduti per far si che i sacchi del Comune venissero posizionati di nuovo bene e ci troviamo i vigili urbani che bloccano tutto. Non c’è pace qui da noi. Non sappiamo più nemmeno come comportarci. Oltre alla disgrazia anche questo. La mia struttura si sta reggendo solo per il fatto che ho questi massi davanti. Mi sono visto crollare sotto gli occhi sia lo Chalet Mauro che il Masaya ed io sono in mezzo. E’ devastante tutta questa rigidità delle istituzioni. Solo a Porto Recanati si vede questa vergogna».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Gravissima una donna investita sulle strisce pedonali Successivo "Ora basta con il veleno, occorre lucidità Mettiamoci tutti insieme a lavorare"