"Se chiami la polizia ti ammazziamo"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Pesaro, 11 novembre 2014 – Erano in tre, il volto coperto da dei cappelli tirati fin sugli occhi. Giovani, parlavano in italiano. Hanno minacciato di morte il dipendente della Rehau, una ditta di ‘automotive’ e componentistica auto ed edilizia, che ha gli uffici a Borgo Santa Maria, in via Benucci al 45. La colpa di quel dipendente, pesarese 36 anni, è stata solo di essere uscito fuori dal suo ufficio perchè aveva sentito dei grandi botti. Erano i tre ladri che a colpi di piede di porco tentavano di entrare sia negli uffici dei servizi amministarivi Tagliabracci, sia alla Techwood, ditta di macchine per il legno. Nel primo caso i malviventi non sono riusciti a rubare nulla, perchè sono stati distrubati dall’impiegato della ditta sotto che li ha visti, nel primo caso, invece, hanno sfondato la porta e preso circa 200 euro dal fondo cassa. Uno dei titolari della Techwood, Alberto Tonti, 30 anni, mostra le serrature della porta principale divelte dai piedi di porco.

L’assalto avviene alle ore 14 circa di domenica. La banda conta sul fatto che gli uffici siano deserti. Ma si sbaglia. Il dipendente della Rehau è in ufficio, nonostante il festivo, perché deve trasportare dei computer. Sente i forti colpi, si affaccia sul ballatoio al secondo piano del palazzo. Dal terzo piano uno dei tre ladri lo vede, scende le scale come una furia, l’altro si barrica dentro l’uffcio. Il ladro gli sbatte violentemente la mano sulla vetrata della porta e gli urla la minacca: «Se chiami qualcuno ti ammazzo».

Il dipendente si arma di forbici e taglierino, e con la mano tremante chiama la polizia. Che arriva presto sul posto, ma i tre si sono già dileguarti. Hanno fatto attenzione a entrare nella palazzina da un accesso che non è ripreso dalle telecamere della Cassa di risparmio di Cesena, che ha gli uffici lì. Ieri mattina, il sopralluogo dei poliziotti per i rilievi. Si respirava una certa atmosfera di tensione.

 



 

Precedente Ladri inseguiti dai carabinieri Panico sulla superstrada Successivo Va a dormire con la pistola e si spara alla caviglia