Senigallia, imprenditore cinese evade un milione di euro

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Senigallia (Ancona), 25 settembre 2015 – Avrebbe evaso l’Iva per circa 400mila euro, mentre per l’Irpef la Guardia di Finanza ha ipotizzato un’evasione di un milione di euro: una cifra record quella contestata a Yong Man Hu, cinese di 42 anni, considerato l’amministratore di fatto delle aziende tessili Hu Yong Man e Mei Muwen, entrambe con sede a Senigallia, in Strada della Marina.

L’uomo, difeso dall’avvocato Stefano Mengucci, ieri è stato rinviato a giudizio e dovrà affrontare il processo il prossimo 21 gennaio. L’inchiesta è nata da un blitz del 22 marzo 2014, quando le Fiamme gialle fecero un sopralluogo nelle due aziende.

L’evasione contestata è riferita agli anni che vanno dal 2009 al 2013 e si basa sull’analisi dei fatturati. Al 42enne è contestato anche l’occultamento delle scritture contabili. L’uomo dovrà rispondere anche di alcune contravvenzioni, come la mancata adozione di misure antincendio: le due ditte non avevano vie di fuga, avevano un impianto elettrico fatiscente, l’illuminazione era insufficiente a garantire la fuga in caso di emergenza, i materiali presenti all’interno in condizioni precarie esponevano il capannone a un elevato rischio di incendio.

Anche sotto il profilo dell’igiene viene contestata la mancata pulizia degli edifici e il fatto che alcuni dipendenti vivessero e dormissero dentro i capannoni. All’imputato sono stati già confiscati beni per un valore di 392mila euro, tra appartamenti, conti correnti e le stesse aziende. Secondo l’avvocato Mengucci, però, l’accusa ha preso un abbaglio: il 42enne era amministratore, ma non titolare delle ditte tessili e non sarebbe sua la responsabilità dell’evasione. Si era reso disponibile a trattare con clienti e fornitori solo perché, a differenza degli intestatari, conosceva bene l’italiano.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Macerata, lezioni del corso negli stessi orari Protesta studentesca a Mediazione Linguistica Successivo Terrorizzava compagna e figli, condannato operaio 39enne