Senigallia, scoperto un arsenale di armi clandestine

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Senigallia (Ancona), 24 agosto 2015 – Un arsenale di armi clandestine (FOTO) provenienti dall’est Europa in casa, blitz della squadra mobile a Senigallia. Una dozzina di pistole, fucili di ogni tipo, munizioni, binocoli di precisione, ma anche silenziatori, spray urticanti in uso alla polizia e una vera e propria officina per alterare i calibri e la potenza delle armi. Tutto detenuto in casa, come se si trattasse di semplici utensili, da un 36enne residente nel senigalliese, Massimiliano Marinelli, ufficialmente disoccupato, in realtà punto di raccordo nazionale per l’importazione di armi prive di qualsiasi pedigree, dunque inesistenti per la legge.

L’operazione è scattata l’altro ieri e dopo oltre quattordici ore di paziente lavoro gli uomini della Sezione Criminalità Organizzata (Sco) della squadra mobile di Ancona, sono riusciti a far saltare il banco. Per Marinelli – con precedenti specifici e anche una denuncia per estorsione nei confronti di un imprenditore risalente al 2007 -, su provvedimento della procura di Ancona, pm Ruggiero Dicuonzo, è scattato l’arresto. Eppure il senigalliese non ha fatto tutto da solo, visto che a figurare come importatrice, considerati i precedenti di Marinelli, era sua madre, totalmente a conoscenza del delicato traffico messo in piedi dal figlio.


LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Arriva il premier Matteo Renzi al teatro Rossini Successivo Arsenale in casa, arresto nelle Marche