Sequestrato materiale abusivo per la pesca sportiva

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 1 luglio 2015 – Nasse, cogolli, cime e massi in cemento utilizzati come “corpi morti” (FOTO) e utilizzati per la pesca sportiva in una zona dove tale attività non è consentita. Li ha trovati ieri mattina la Guardia Costiera di Pesaro, nel corso dell’ordinario pattugliamento della costa.

Le numerose attrezzature per la pesca sportiva che erano state posizionate all’interno della zona di mare riservata alla balneazione, precisamente davanti i bagni 29 e 30 del Comune di Gabicce Mare. Tutto materiale anonimo, senza targhette identificative e quindi senza la prevista autorizzazione alla pesca sportiva. Tutto il materiale è stato sequestrato.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Analisi ok, a Fabriano l'acqua torna potabile Successivo Furto di attrezzi da giardinaggio, ladro incastrato dalle telecamere