Sfondano il muro dopo il sorbetto

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Porto Sant’Elpidio (Fermo), 2 aprile 2015 - La banda del buco colpisce ancora, ma questa volta, è il caso di dire, la ciambella è riuscita senza il buco. A poco più di un mese di distanza (era il 24 febbraio) dal furto con scasso messo in atto abbattendo quattro muri dello stabile in viale Trieste, nei pressi della pineta, dove si trovano lo chalet «Sunrise», il ristorante «Il Giardino» e la tabaccheria-ricevitoria edicola «Free Shop», i ladri sono tornati a colpire nello stesso luogo, usando la stessa tecnica, ma senza riuscire a portare a termine l’opera.

Il tentato furto è accaduto nella notte tra martedì e mercoledì e anche in questo caso le attenzioni dei malviventi si sono concentrate sulla tabaccheria di Gianni Alessandrini, dalla quale a febbraio sono stati trafugati ‘Gratta&Vinci’ per circa 20mila euro, oltre a valori bollati e sigarette. Per riuscire a penetrarvi i ladri hanno forzato la porta di servizio del contiguo ristorante ‘Il Giardino’, posta sul lato nord dello stabile. Una volta all’interno, non hanno messo a soqquadro nulla e dopo aver gustato del sorbetto, si sono diretti nella zona della cucina, che ha la parete corrispondente con quella della tabaccheria.

Armati di un piccone, rinvenuto ieri mattina dalla titolare del ristorante, i malviventi hanno dapprima spostato due frigoriferi posizionati a ridosso del muro e poi iniziato a sfondare la parete che li separava da «Free Shop», formata da due pannelli di cartongesso con al centro una parete in legno. A differenza del colpo compiuto nel mese di febbraio, quando sul muro fu praticato un foro di almeno un metro di altezza e larghezza, questa volta i ladri hanno picconato la parete in tre punti diversi.

Un foro più grande, anche in questa circostanza di circa un metro d’ampiezza, che ha sfondato parte del muro della cucina senza però riuscire a scalfire la parete in legno posta nell’intercapedine tra i due pannelli di cartongesso, e due più piccoli, rispettivamente nella cucina e nel piccolo bagno di servizio vicino. Fortunatamente il lavoro non è stato portato a termine e i ladri non sono riusciti a penetrare all’interno della tabaccheria. Probabilmente qualcosa li ha disturbati mentre erano intenti nella loro opera distruttiva e per evitare guai hanno pensato di fare dietrofront lasciando sul pavimento della cucina il piccone. Sul posto sono intervenuti ieri mattina i carabinieri, i quali hanno prelevato il piccone e i bicchieri nei quali ladri hanno bevuto anche il sorbetto.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Meteo di Pasqua, nelle Marche, week-end di maltempo: pioggia sabato e domenica Successivo Schianto alla rotatoria tra bus di linea e auto