Si addormenta dentro l’auto accesa, prende fuoco

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Marotta (Fano), 5 gennaio 2015 – Si è addormentato dentro la macchina ferma, ma a motore acceso e con i riscaldamenti al massimo, rischiando di rimanere intrappolato dalle fiamme e dal fumo sprigionatisi dal veicolo. Paura, la notte tra sabato e domenica, a Marotta, per l’incendio che ha investito un’Opel Corsa in prossimità del semaforo tra la Strada Statale 16 e la Provinciale 424. A causare il rogo, appunto, la sosta a motore acceso e con i riscaldamenti azionati del mezzo per più di due ore.

Al volante della macchina c’era un 32enne di Osimo, che dopo aver fatto “serata” nel pesarese stava tornando casa, quando, assalito dalla stanchezza, ha deciso di fermarsi a fare un riposino, mantenendo la macchina in moto. A risvegliarlo bruscamente, però, oltre un paio d’ore dopo, verso le 2.30, è stato il fuoco che ha investito l’Opel, evidentemente surriscaldatasi, e lui è dovuto scendere a tutta velocità per non rimanere intrappolato nella morsa di fiamme e fumo.

Fiamme che hanno danneggiato anche due macchine parcheggiate nelle vicinanze: un’altra Opel Corsa e una Fiat Punto. Sul posto, in soccorso del giovane, dopo l’allarme dato da un automobilista di passaggio, i carabinieri di Marotta e i Vigili del Fuoco di Fano, che hanno domato le fiamme. Accompagnato al pronto soccorso, il 32enne, che ha inalato fumo ma non presentava problemi particolari, è stato dimesso dopo alcune ore. L’auto, completamente distrutta, apparteneva alla convivente.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Fugge dal cinghiale e chiede aiuto, l’amico cacciatore lo uccide per sbaglio Successivo Rubati i gioielli della Madonna nella chiesa di San Nicolò