Si attacca illegalmente alla corrente per non pagare l’elettricità

FONTE IL RESTO DEL CARLINO
Denunciato 47enne
L’uomo aveva bypassato il contatore dell’abitazione di residenza attingendo la corrente direttamente dalla rete elettrica del fornitore.
Contatore del gas (foto Ansa, Folco Lancia)

Contatore del gas (foto Ansa, Folco Lancia)

Fano– Nel corso dei servizi di controllo del territorio predisposti in occasione delle festività  di Pasqua  per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio  e la persona, i Carabinieri della Compagnia di Fano hanno eseguito delle verifiche di polizia nei quartieri più sensibili della città e nei vari comuni  limitrofi. I carabinieri della Stazione di Mondolfo hanno tratto in arresto, con le accuse di “detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio”, un 30enne, residente a  Senigallia, trovato in possesso di 20 grammi di cocaina, che deteneva per l’attività di spaccio nella zona mare di Fano, Mondolfo e Senigallia, di un bilancino elettronico di precisione,nonché di materiale da taglio e per confezionare le dosi. Lo stupefacente ed il materiale rinvenuto sono stati sequestrati, mentre per il 30enne si sono aperte le porte del carcere. I Carabinieri della Stazione di Marotta hanno tratto in arresto, con le accuse di furto aggravato ed evasione,  una 30enne della zona sorpresa dai militari con della refurtiva (un pc portatile, un televisore, un router ed oggetti in legno) che aveva appena rubato da un albergo. La refurtiva, del valore di 2.000 euro circa, è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. I militari della Stazione di Pergola hanno arrestato, con le accuse di “furto aggravato continuato”,  un 47enne che aveva bypassato il contatore dell’energia elettrica dell’abitazione di residenza attingendo la corrente direttamente dalla rete elettrica del fornitore.  Una denuncia per “ricettazione ed introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi” è stata formulata a carico di un 36enne senegalese che è stato trovato in possesso di nove borse da donna recanti marchi di note griffes risultati contraffatti. Le borse sono state sottoposte a sequestro. Una 68enne residente nella provincia di Teramo – Virginia D.R.- è stata denunciata in stato di libertà, sempre dai militari di Pergola, in quanto ritenuta responsabile del furto di un marsupio contenente oltre mille euro  perpetrato con destrezza all’interno di un negozio del luogo. Ed ancora i carabinieri di Pergola hanno rinvenuto una Fiat Punto risultata rubata nei giorni scorsi nella provincia di Ancona. L’auto è stata recuperata per la successiva restituzione al proprietario.

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Schianto tra un'auto e un Ducato: due feriti Successivo Frode da 10mila euro, denunciata titolare di agenzia pratiche auto