Si fingono ufficiali giudiziari e rubano in casa di due disabili

finto venditore

IL BORGHIGIANO FABRIANO IL BLOG DELLE MARCHE – SI SPACCIANO per ufficiali giudiziari e dopo essere entrati in casa rubano soldi e gioielli. Truffatori senza scrupoli i due malviventi che mercoledì pomeriggio si sono presentati nell’abitazione dove vive una 40enne senigalliese sordomuta, insieme al padre anziano e costretto a letto. Una volta suonato al campanello, i due hanno messo in atto la loro sceneggiata e il raggiro, ancor più deprecabile proprio in considerazione delle condizioni di vulnerabilità delle vittime prese di mira in zona di via Venezia a Senigallia.«Siamo ufficiali giudiziari e dobbiamo effettuare un controllo» hanno detto i due sconosciuti, sempre con modi cordiali ed affabili. Non sospettando nulla, la donna ha fatto entrare i falsi funzionari. A quel punto è scattato il raggiro finalizzato al furto. Mentre uno si è intrattenuto con la padrona di casa, con il chiaro intento di distrarla, il complice si è allontanato ed è riuscito a frugare in qualche cassetto. Alla fine, una volta rubati soldi in contanti per 250 euro e monili d’oro per un valore ancora da quantificare ma comunque per qualche centinaio di euro, i due truffatori si sono allontanati a piedi. Soltanto dopo che i malviventi si sono dileguati, la signora ha capito di essere stata raggirata e derubata, avvisando la polizia.
Ad agire sono stati due uomini sui 40 anni, probabilmente con un accento meridionale che adesso in base al l’identikit sono ricercati. È possibile che i malviventi siano entrati in azione dopo aver seguito da lontano le mosse e le abitudini della vittima. Notizia riferita dal Resto del Carlino

Precedente Mondiali di Subbuteo, via alle gare: l’Italia parte favorita Successivo Ancona, caduta choc da cavallo Soccorso con l'eliambulanza