Si inaugura a Palazzo degli Scalzi la mostra dell’artista Luca Battistoni – Domenica 15 maggio, ore 16,00

luca battistoni

IL BORGHIGIANO IL BLOG DI FABRIANO E DELLE MARCHE – Sassoferrato – Le sale espositive del seicentesco Palazzo degli Scalzi, sede del museo “Mam’s”, ospiteranno, dal 15 maggio al 5 giugno prossimi, un evento artistico di rilievo: la mostra personale dell’artista Luca Battistoni. La cerimonia inaugurale si terrà domenica alle ore 16,00.

Il mondo nelle mani”, questo il titolo della mostra, promossa dal Comune, che presenta quattordici sculture di grande effetto scenico nelle quali le mani, appunto, costituiscono l’elemento centrale, carico di simbolismi e di messaggi sottesi.

«Quattordici opere – spiega Ilaria Sinisi, curatrice della mostra – come quattordici momenti che rappresentano nel loro insieme una visione chiara di quella che può essere descritta un’intima ricerca “sui massimi sistemi”, quasi concezione filosofica dell’artista stesso che vi esplora il senso della vita e della morte, che riflette sull’eternità, sul rapporto uomo-donna, sul ruolo dell’essere umano».

Originario di Fabriano, residente a Roma, dove opera da venticinque anni come architetto, Battistoni è approdato all’arte figurativa, alla scultura in particolare, quattro anni fa, con la realizzazione di quelle che si potrebbero definire vere e proprie icone, bozzetti di un passato che hanno finalmente visto la luce e preso forma tangibile. E’ così che il tecnico, dedito all’estetica funzionale, quasi dimentico del suo essere prima di tutto artista, riscopre la sua vera essenza, la sua sensibilità, il suo intimo sentire.

Le opere di Battistoni nascono dalla perfetta fusione e mistione nella scelta e nell’utilizzo di materiali quali l’argilla, il metallo, il bronzo e dall’inclusione di cristalli e minerali che manifestano l’incontro tra la natura e la tecnica in un armonico rapporto estetico e funzionale che, oltre a rendere le sculture di preponderante presenza scenica, lancia messaggi profondi e universali da ascoltare.

«Questo nuovo evento – osserva l’assessore alla cultura Lorena Varani – rientra nel quadro delle iniziative che l’Amministrazione promuove annualmente per dare ulteriore impulso alle attività culturali ed artistiche che costituiscono da sempre uno dei tratti distintivi del nostro Comune».

La mostra, il cui ingresso è gratuito, sarà aperta al pubblico nei seguenti giorni e orari: giovedì e venerdì dalle ore 16,30 alle 18,30 – sabato domenica e festivi dalle 15,30 alle 18,30.

Notizia riferita dal Comune di Sassoferrato

Precedente Osimo, donna di 84 anni al volante si schianta contro una ragazza incinta: entrambe all'ospedale Successivo Fermo: commerciante morto nel letto ?Soccorsi inutili, scoperta choc dei familiari