Si riparla di politica

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Ascoli, 21 settembre 2014 – La discussione a livello nazionale accende, e non può essere altrimenti, anche gli animi dei politici locali. Si calcola, si parla, ci si riunisce e si prendono posizioni in vista dei prossimi appuntamenti elettorali che ai semplici cittadini appaiono lontani, ma che i «professionisti» della politica vedono a un tiro di schioppo. Così, se a San Benedetto, già da qualche mese e anche un po’ inopinatamente, si pensa al dopo Gaspari (qualora il mandato venisse interrotto per una sua candidatura alla elezioni regionali), ad Ascoli a tenere banco è il rinnovo dell’amministrazione provinciale che subisce un radicale combiamento dopo decenni.

E’ questione di giorni, poi i rappresentanti dei Comuni del Piceno dovranno recarsi alle urne e non solo scegliere coloro che si occuperanno di alcuni ancora importanti aspetti organizzativi del territorio, ma anche rimboccarsi le maniche, riordinare i pensieri e raccontarci la loro visione del futuro. Il futuro di un Piceno che ha bisogno non solo di parole di speranza, ma anche e soprattutto di abilità, concretezza, onestà e voglia di fare. Con sacrificio personale, se necessario, perché la politica può essere anche una buona cosa.



 

Precedente Secessione dalla politica Successivo Come sentire chi non c'è più