SISMA, TERZONI: “DOPO CASO CAMERINO E INCHIESTA ‘CAS’ AMATRICE SERVONO NUOVI CONTROLLI  NELLE MARCHE

IL BORGHIGIANO IL BLOG DI FABRIANO E DELLE MARCHE – SISMA, TERZONI: “DOPO CASO CAMERINO E INCHIESTA ‘CAS’ AMATRICE SERVONO NUOVI CONTROLLI  NELLE MARCHE”

“Purtroppo sono stata triste ma puntuale profeta: sui “contributi di autonoma sistemazione” c’è il sospetto che in molti abbiano fatto i furbetti nel cratere sismico, commettendo irregolarità al fine di sgraffignare soldi con un semplice cambio di residenza. Proprio pochi giorni fa ho depositato un’interrogazione alla presidenza del Consiglio e al ministero dell’Economia per chiedere al governo controlli a tappeto e sostegno ai comuni nella lotta ai falsi: il caso scovato a Camerino era un campanello d’allarme significativo. L’inchiesta della procura di Rieti sui tentativi di cambio di residenza ad Amatrice, che speriamo si concluda con un nulla di fatto, ci conferma oggi che di controlli ne servono di ulteriori in tutta l’area interessata. Se qualcuno si è reso protagonista di un inqualificabile sciacallaggio, deve pagare. Ci sono cittadini che hanno dovuto subire un dramma e ancora oggi vivono in condizioni estremamente disagevoli: se davvero c’è chi cercato di lucrare sulle erogazioni dei contributi Cas, si tratterebbe di un bruttissimo segnale che però non può minimamente offuscare l’ondata di solidarietà che c’è stata nei confronti dei territori colpiti dal sisma. Il governo farebbe bene a risponderci: la procura reatina ha confermato che le nostre preoccupazioni non sono infondate”.

Così Patrizia Terzoni, portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati.

Precedente Fermo, perde il controllo dell'auto e si schianta contro il guardrail: è grave Successivo Cupra Marittima, donna di 48 anni investita da uno scooter: è grave