SISMA, TERZONI (M5S): “DOPO L’OK AL DECRETO SI RISPETTINO I TEMPI”

terremoto-2016

Il Borghigiano il blog di Fabriano e delle Marche

SISMA, TERZONI (M5S): “DOPO L’OK AL DECRETO SI RISPETTINO I TEMPI”

 

“Proprio poche ore fa l’Aula di Montecitorio ha votato il decreto n°189 recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma: si tratta di un primo passo importante, a 111 giorni dalla terribile scossa che ha devastato Arquata del Tronto ed Amatrice causando circa 300 vittime e a 44 giorni dagli altri violenti sismici che hanno ampliato oltremodo le zone appenniniche di Marche e Umbria. Il difficile però arriva ora: con l’ok a questo decreto è arrivato il momento di fare sul serio e di snellire le diverse lungaggini burocratiche che stanno complicando e non poco il ritorno ad una pseudo-normalità degli sfollati. Gli edifici danneggiati sono migliaia e i cittadini costretti a vivere a parecchi chilometri dal proprio comune pure: a loro vanno garantiti tempi certi sia per quanto riguarda gli interventi più prossimi sia sulla partenza dei lavori di ricostruzione. Consapevoli che nell’Appennino, purtroppo, la terra continua a tremare”.

 

E’ quanto afferma, in una nota, la portavoce del Movimento 5 Stelle presso la Camera dei Deputati on. Patrizia Terzoni.

 

“Bene ha fatto il premier Gentiloni – prosegue – a inserire le popolazioni colpite dal sisma tra le priorità della sua azione di governo. Come M5S però gli chiediamo uno sforzo ulteriore: l’Europa ha garantito che giocherà un ruolo decisivo nella ricostruzione grazie ai suoi fondi strutturali, quindi c’è da agire con fermezza e decisione. L’Italia per una volta deve dimostrarsi all’altezza, e deve fare tesoro di questo dramma per avviare un grande cantiere che porti in tempi certi all’adeguamento sismico di edifici pubblici e privati in tutte le aree considerate a forte rischio sismico. Nelle Marche molti cittadini mi hanno confessato personalmente di sentirsi abbandonati dallo Stato: è giunto il momento che lo Stato si faccia vedere come una presenza costante, e che faciliti la vita di queste persone con ogni mezzo e risorsa possibile. Il terremoto non può essere materia di speculazione politica: è l’ora dei fatti”. 

Precedente Il Borghigiano - Di chi è il compleanno?..... Successivo Falsi avvocato e carabiniere tentano una truffa ?ma finiscono in manette