Solidarietà addio, Ricci nel mirino

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Carlino borghigiano

Pesaro, 1 dicembre 2014 - I sindaci cambiano, le esigenze pure. E anche i progetti da portare avanti, sono molto diversi da giunta a giunta. Ad esempio, quella di Luca Ceriscioli era sicuramente concentrata sulla solidarietà e la beneficenza, e con tanto impegno aveva organizzato il famoso Cenone della solidarietà, mettendo i volontari della Caritas al lavoro e invitando i senzatetto, almeno per fine anno, a cena sotto il tendone di piazza del Popolo.

Ma, appunto, cambia amministrazione e cambiano priorità. Tanto che nella conferenza stampa di pochi giorni fa per presentare il programma natalizio e l’accensione delle luminarie a più di un mese di distanza dal Natale, l’assessore al Turismo Enzo Belloni ha annunciato che il cenone di beneficenza non si farà, «ma qui si potrà festeggiare ascoltando musica e degustando specialità di Street Food».

Quello stesso Street Food che piace, sicuramente, movimenta il centro, sicuramente, e che durante le ultime feste del Pd aveva sicuramente richiamato gente e ravvivato il centro storico. Ma la solidarietà, quella non c’entra niente. E a chi si è seduto sui banchi della giunta fino alla passata legislatura come Giuseppina Catalano, che vuoi o non vuoi ha fatto della solidarietà il suo cavallo di battaglia, la cosa non è piaciuta granché: «Avrei sperato che le cose fatte non fossero andate disperse e avrei anche sperato che Ricci ci potesse investire: l’anno scorso siamo riusciti a organizzare la cena di solidarietà con pochissimi soldi a disposizione. Sono certa che la solidarietà sia fondamentale e io personalmente, ma anche Liberi X Pesaro come gruppo politico, siamo sempre a disposizione, visto che siamo sempre stati attenti a questo ‘capitolo’. Certo – conclude la Catalano –, avrei preferito non fosse vero e vorrò capire i motivi che non permettono l’organizzazione di questa cena, che davo per scontato si facesse ancora».

 



 

Precedente FABRIANO. "Ora avanti coi lavori, senza stop" nei cantieri Quadrilatero Successivo L’acqua del fiume Ete Morto si colora di verde