«Sono esodato e sommerso dai debiti» Ex tipografo arrestato per spaccio

polizia di stato

IL BORGHIGIANO FABRIANO © Il Blog – ESODATO e pieno di debiti, viene sorpreso a cedere droga ad una 46enne. L’uomo stava cedendo una delle due dosi ad una donna, che vantava un credito nei suoi confronti. Non appena gli agenti della Squadra mobile si sono accorti della cessione sono usciti allo scoperto ed hanno bloccato acquirente e venditore. Arrestato per spaccio, dagli agenti della Squadra mobile di Ancona, E. G., 58enne originario di Milano ma residente ad Ancona. L’uomo è stato bloccato martedì in via Astagno con due involti contenenti eroina per un peso complessivo di 5 grammi.  Addosso all’uomo è stato rinvenuto il secondo involto con la droga. Sono scattate le manette ai polsi del 58enne, che l’altro giorno è comparso davanti al giudice Paolo Giombetti per la convalida dell’arresto. G., rappresentato dall’avvocato Umberto Bianchelli, ha raccontato di essere in una grave situazione economica: ha lavorato come tipografo fino alla fine del 2013, poi ha perso il lavoro e non ha potuto beneficiare della pensione perché non ha ancora maturato l’età prevista dalla Legge Fornero. Ad aggravare la condizione precaria dell’ex tipografo sarebbe stata anche l’alluvione del maggio scorso ha Senigallia, che gli avrebbe dato il colpo di grazia costringendolo ad abbandonare il suo alloggio e a trasferirsi ad Ancona. Da qualche tempo il 58enne, che non fa uso di droga, vive ad Ancona con la compagna, che ha problemi di tossicodipendenza e che ha avvicinato l’uomo al mondo della droga. Ieri il giudice Paolo Giombetti ha convalidato l’arresto ma ha rimesso E. G. in libertà. In attesa del processo il 58enne dovrà presentarsi ogni giorno alla polizia giudiziaria per la firma. L’ex tipografo dovrà rispondere dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti nel corso dell’udienza fissata per il 21 aprile. La droga, ha spiegato l’arrestato, non era destinata allo spaccio, ma era stata acquistata principalmente per la sua compagna, che soffre di una grave forma di tossicodipendenza. L’altra dose era destinata ad una amica della convivente, la 46enne che gli agenti della Squadra mobile hanno sorpreso in via Astagno. La cessione, secondo la difesa, non è avvenuta per onorare un debito, ma solo per fare un favore ad un’amica.

FONTE IL RESTO DEL CARLINO al.pa.

Precedente Presi i ladruncoli delle auto in sosta Successivo Si sfrena un camion Spavento in centro