Sos maltempo, raffiche di vento e danni nella notte

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Civitanova Marche, 23 settembre 2014 – Paura nella notte a Civitanova. Raffiche violentissime hanno sferzato la città da mezzanotte e mezza fino alle due. Una tempesta di vento di intensità che ha toccato i 40 nodi e proveniente da nord ha fatto temere il peggio per le conseguenze nella rada portuale. È stato come trovarsi al centro di una tromba d’aria che si è abbattuta lungo tutta la costa. Città svegliata dall’ululato incessante del vento e social network presi d’assalto per raccontare i timori e i danni. Il cui bilancio però non è drammatico quanto la potenza della bufera poteva fare immaginare. Sono 9 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco in nottata, per lo più per la caduta di alberi, rami e insegne pubblicitarie. 

In città un albero schiantato dal vento sul lungomare nord è caduto sulla pista ciclabile all’altezza dello chalet Golden Beach. Un’intera griglia di pannelli solari è volata via abbattendosi anch’essa sulla ciclabile nord a ridosso dello stabilimento Il Veneziano. Bidoni rovesciati ovunque, sacchetti dell’immondizia sparsi in città. A Fontespina, in via Saragat, divelto il pannello di copertura del deposito carrelli esterno di un supermercato. L’intervento più difficile per i vigili del fuoco a Porto Recanati dove per mettere in sicurezza una grossa quercia piegata dal vento hanno lavorato dalla una e 45 alle 5.40. Forti raffiche di vento e mare in burrasca a Porto Recanati. Poco dopo la mezzanotte un grosso platano è caduto sulla statale Adriatica, davanti al distaccamento della polizia stradale. Per fortuna in quel momento non passavano auto.

Il maltempo ha interessato tutta la costa delle Marche e nel porto di Ancona sono affondati sette pescherecci.



 

Precedente Sos maltempo, una nave affonda sette pescherecci al porto di Ancona Successivo Albero piomba su un'auto Il mare si mangia la costa