Sosta selvaggia nei posti per disabili: «Ma in troppi contestano le multe»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche, 11 gennaio 2015 - Troppo spesso automobilisti maleducati, senza averne il diritto, posteggiano le proprie vetture sugli spazi riservati ai disabili. Una problematica segno d’inciviltà, che l’associazione “Disabili in Italia” combatte con forza, avvalendosi a Civitanova anche della collaborazione dei vigili urbani. La stessa associazione ieri ha fatto visita al capitano Eugenio Autiero, responsabile viabilità della polizia municipale. «In un precedente incontro l’associazione mi espose l’abuso da parte di certi automobilisti dell’utilizzo degli stalli per disabili – spiega Autiero -. Oggi (ieri, nda) voglio mettere l’associazione a conoscenza anche di una situazione da verificare, chiedendo loro di tenere gli occhi aperti.

Negli ultimi tempi sono stati intensificati i controlli e abbiamo notato che ci sono arrivati alcuni ricorsi alle multe, partiti avvalendosi di un permesso disabili che al momento della contravvenzione non era stato esposto sul cruscotto: in pratica l’autista ha impugnato la multa, spiegando che era in sosta perché trasportava un passeggero diversamente abile, con quest’ultimo che avalla il ricorso motivando che il “tagliandino” era assente solo per una dimenticanza. Non sappiamo se la recriminazione sia effettivamente giusta, se il disabile era davvero tra i passeggeri della vettura in sosta. Ce lo auguriamo. Volevamo però far presente la situazione alle associazioni che si battono per i diritti dei diversamente abili».

«È un danno per tutti se ci sono disabili che coprono chi non si comporta bene – osserva la presidente dell’associazione Renata Ciampa -, speriamo non sia vero. In generale a Civitanova ci sono sufficienti parcheggi appositi, che però purtroppo non vengono rispettati, visti i molti maleducati. Le situazioni più problematiche? In centro e in estate su tutto il lungomare». I vigili urbani, nonostante il delicato momento e le risorse sempre più risicate, continuano la loro azione di controllo: «Nei primi 6 mesi del 2014 – ha proseguito Autiero – sono state effettuate un centinaio di contravvenzioni a vetture che non avevano il diritto di sostare su parcheggi per disabili. La multa? Sono 85 euro e due punti della patente in meno». L’associazione “Disabili in Italia”, conclude la Ciampa, «sta organizzando una manifestazione per l’8 febbraio proprio sul tema: vorremmo, se è possibile, occupare per un paio d’ore con alcune carrozzine i parcheggi blu di corso Umberto, per portare all’attenzione di tutti la nostra difficoltà».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente "Orgogliosamente donna" Il calendario impegnato della Pesaro Volley Successivo Addio alla prof Gabriella Scalzini