Sostanze inquinanti nel canale Albani, denunciati alcuni imprenditori

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Fano, 17 marzo 2015- La Guardia costiera di Fano ha concluso le indagini ambientali sul versamento di una sostanza oleosa nel canale Albani. Alcuni imprenditori sono stati denunciati all’autorità giudiziaria. Le indagini erano scattate dopo che la sala operativa della Guardia costiera fanese, nella tarda serata dello scorso 9 febbraio, aveva ricevuto la segnalazione dei vigili del fuoco di Fano allertati a loro volta intorno alle 23.45 da un cittadino che, passando sul ponte che separa viale Kennedy da viale Gramsci, aveva notato una strana chiazza oleosa galleggiare nel canale.

Una sostanza lattescente all’interno dell’Albani, sversata più a monte. In breve tempo, gli scrupolosi ed accurati accertamenti condotti dai militari del nucleo di polizia marittima in servizio nel circondario di Fano, coadiuvati dal personale dell’Arpam – dipartimento provinciale di Pesaro e Urbino, hanno permesso di ricondurre l’accaduto ad uno sversamento accidentale di una sostanza che, dalle analisi effettuale, è risultata assimilabile al cherosene e verosimilmente proveniente da un’azienda del terrotorio. I presunti responsabili sono stati deferiti all’autorità giudiziaria, per la violazione delle norme previste dal Testo unico ambientale.

Sull’argomento il comandante dell’Ufficio circondariale marittimo di Fano, tenente di vascello Fabrizio Marilli, assicura che l’attività di monitoraggio ambientale, con particolare riguardo alla verifica dei corsi d’acqua che sfociano in mare, seguiterà ad essere una delle priorità operative dei prossimi mesi, anche in considerazione dell’approssimarsi della stagione estiva.  



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Padre, madre e figlioletta a faccia a faccia con i ladri Successivo Oro europeo per la staffetta dopo doping russo. Magnini: «Canto io l’inno»