Spaccata da ‘Fabiana calzature’: negozio devastato a notte fonda

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Fermo, 3 febbraio 2015 – Un rumore fortissimo, l’impressione di qualcosa che viene devastato, pochi minuti e poi il silenzio. È stato poi un passante che si trovava lungo corso Cavour ad avvertire i carabinieri che la vetrina del negozio di Fabiana, commerciante storica del centro, era stata divelta e dentro si vedeva solo devastazione. Era da poco passata mezzanotte: la famiglia della commerciante, che abita al piano di sopra rispetto al negozio, ha sentito dei rumori, ma non ci ha fatto caso. Si sente spesso fracasso nel cuore della città e spesso sono piccole bande di ragazzotti che si divertono a far danni. Stavolta però era qualcosa di più serio: i malviventi sono riusciti ad aprire la vetrina antisfondamento del negozio, hanno portato via parte della merce esposta, qualche paio di scarpe e borse, la bigiotteria che Fabiana tiene sul bancone. Poi hanno trovato il registratore di cassa chiuso e hanno pensato bene di portarlo via per intero, con un danno notevole per il negozio e per l’attività. «Ci hanno fatto un danno notevole – racconta Fabiana – e anche la porta del negozio andrà rifatta completamente. Un dispiacere grande: avevo rinunciato all’assicurazione sul furto proprio quest’anno e volevo essere fiduciosa e ecco cosa ci è capitato».

Un clima di preoccupazione e di paura quello che si viene a creare in centro, non è la prima volta che si verificano episodi poco piacevoli, come spiega Federica, la giovane figlia della commerciante. «Già qualche mese fa ci siamo presi una grande paura per un boato provocato da qualcuno che aveva messo un petardo nella cassetta della posta – dice –. Siamo in centro storico da sempre e devo dire che davvero cominciamo ad avere paura. Io non mi sento più sicura a girare la sera, questa era una città tranquilla, ma da qualche tempo non è più così. Ho sentito i rumori che ero appena andata a dormire, pensavo fosse qualcuno di passaggio per il corso, non gli ho dato peso, finché non hanno chiamato i carabinieri e abbiamo poi passato la notte nel negozio rimasto aperto. È veramente una situazione pesante e brutta, che ci fa male come fermani prima che come commercianti». Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Fermo, ma c’è stato solo da constatare il passaggio dei ladri e i danni ingenti che sono stati poi provocati.

Angelica Malvatani



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente L’eroina killer fa tremare il Fermano Successivo Prof condannato per violenza sessuale. La scuola s’accorge e blocca la supplenza