Spacciava fumo ai minorenni, arrestato 19enne del Gambia richiedente asilo politico

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino) 29 agosto 2015 – Vendeva droga ai ragazzini di 14 anni. Martedì i poliziotti del Commissariato di Fano, insieme ai militari dell’esercito impegnati nel progetto “Strade sicure”, hanno arrestato un 19enne originario del Gambia colto in flagranza mentre cedeva tre dosi (4 grammi, 15 euro di valore) di hashish a quattro ragazzini, tre quattordicenni ed un quindicenne. Con sè aveva un grosso tocco da tagliare (60 grammi) e una lama sporca di “fumo” oltre a tanto denaro in banconote da piccoli tagli. 

E’ arrivato in Italia alla fine dello scorso anno M.F., appena maggiorenne, ma in appena otto mesi aveva già messo su un bel giro di clienti tra i minori. Li avvicinava lui nei luoghi simbolo: Pincio, Lido, Rocca, Stazione. Con loro si faceva capire a gesti e in un inglese stentato, ma evidentemente sufficiente allo scopo. Il giudice ha disposto per lui gli arresti domiciliari nella struttura di accoglienza dove è ospitato da mesi in attesa del riconoscimento del suo stato di “rifugiato politico”. Che ormai non arriverà più. 

Martedì scorso al Pincio, intorno alle 18.30, quel giovane ragazzo di colore ha attirato l’attenzione di un militare per essersi avvicinato a un gruppo di giovanissimi italiani, in uno dei luoghi fanesi conosciuti quale piazza dello spaccio delle cosidette droghe leggere. Pronta è partita  la richiesta di aiuto ai poliziotti del commissariato. Una voltante era proprio là dietro ed è arrivata subito. Alla vista delle divise il ragazzino che aveva appena acquistato la droga ha cercato di sbarazzarsene. Ma gli agenti del commissariato hanno trovato subito, per terra lì vicino, uno spinello di Marijuana e tre tocchetti di Hashish. 

Perquisendo il pusher si sono accorti poi che l’extracomunitario indossava due paia di pantaloni: quelli lunghi nascondevano quelli corti nelle cui tasche c’erano la merce (60 grammi di hashish) e 750 euro in banconote da 5 euro. Tanto costa infatti una dose sul mercato dei ragazzini che negli ultimi anni si è abbassato di età. “Il level entry – ha dichiarato in conferenza stampa il dirigente del commissariato di Fano, Stefano Seretti – ovvero l’inizio del consumo di sostanze pericolose, si è abbassato a 12 anni. Una dose di hashis costa infatti dai 5 agli 8 euro. La qualità in circolazione è molto buona”.

Arrestato in flagranza  M.F. è stato condotto a Villa Fastiggi. Stamane la convalida dell’arresto: domiciliari nella struttura in cui vive.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Silvia Sbaffi è la nuova Miss Marche 2015 Successivo Caso Teramo, camera di consiglio fiume: cresce l’attesa