Sparò al vicino, pena ridotta in appello

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fermo, 7 novembre 2015 – Aveva sparato al suo vicino senza alcuna motivazione apparente centrandolo alla gamba con un colpo di carabina. Per questo motivo Enrico Morelli, un agricoltore 27enne di Rapagnano, era stato condannato il 15 marzo scorso a quattro anni di carcere per lesioni volontarie nei confronti di Emilio Sobrini, un pensionato di 67 anni.

Dopo la condanna in primo grado, il legale dell’imputato, l’avvocato Michela Romagnoli, ha presentato ricorso alla Corte d’Appello di Ancona. Ricorso che è stato accolto parzialmente, visto che la pena è stata ridotta a due anni e due mesi e sarà scontata con l’obbligo di dimora. Le motivazioni della nuova sentenza saranno rese note entro 70 giorni. L’imputato, a sua discolpa, ha sempre dichiarato di aver mirato ad un serpente e di aver colpito il vicino per sbaglio.

Il fatto di sangue si era consumato il 7 luglio 2014 quando Morelli aveva imbracciato la sua carabina e poi sparato senza un motivo al vicino di casa. Era stato un gesto senza motivo visto che non era stato preceduto da alcuna discussione. Il 67enne si trovava piegato per raccogliere alcune coltivazione del suo orto e, improvvisamente, era stato centrato ad una gamba. La pallottola si era fermata a pochi millimetri dall’arteria femorale, ma il pronto intervento dei soccorritori e quindi l’intervento chirurgico avevano evitato il peggio. Il fatto di sangue si era consumato nella periferia di Rapagnano, nella zona in cui si trova la rotatoria dell’incrocio per Monte San Pietrangeli. Erano da poco passate le 15,30 quando Sobrini si trovava nel suo giardino per fare i soliti lavori di manutenzione. Ad un certo punto Morelli aveva preso la sua carabina, era uscito di casa ed aveva esploso un colpo contro il 67enne Dopo aver sparato il giovane si era dileguato, facendo perdere le sue tracce.

 

 

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Minorenne invia selfie hard a un ragazzo che li mette su Facebook Successivo La viabilità nelle Marche in tempo reale -A cura di CCISS-