Spesa di Pasqua a scrocco. Coppia denunciata

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 24 marzo 2016 – Salumi, vini, dolciumi. Ce n’era davvero per rendere il pranzo di Pasqua indimenticabile. A ‘dimenticarsi’ di passare per la cassa, però, sono stati moglie e marito, romeni, incensurati, di 47 e 42 anni, denunciati dalla polizia di Ancona per furto aggravato in concorso.

La coppia voleva fare la spesa per Pasqua ‘a scrocco’ in un ipermercato. Dopo aver riempito il carrello di prodotti, i due si sono appartati vicino alla corsia dell’acqua e, mentre l’uomo fingeva di sfilarsi il giubbotto e di stenderlo sopra il carrello la donna metteva la refurtiva in un grosso zaino da montagna. Poi sono andati a pagare due bottiglie di latte, non immaginando di essere stati visti dal personale della sorveglianza che aveva già allertato una volante della Polizia. 

La coppia ha cercato di opporsi al controllo, poi ha dovuto aprire lo zaino. Sotto gli occhi dei poliziotti sono riemersi confezioni di salsicce, wurstel, bottiglie di moscato di Sicilia, bottiglie di Malvasia, confezioni di costine di maiale, salami, pacchi di filetti di alici e sgombro, focacce, vari confezioni di pane a lunga conservazione, dolci pasquali e poi senape, maionese e salse varie, per un totale di centinaia di euro. 

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Tumori, la Fondazione Veronesi premia un ricercatore di Urbania Successivo Furto con spaccata in farmacia: ladri in fuga con 1500 euro