Spese pazze in Regione, sulle elezioni incombe la richiesta di prorogare le indagini

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Ancona, 29 ottobre 2014 – La Procura di Ancona ha notificato in questi giorni a 45 indagati, tra consiglieri, assessori e funzionari regionali, una richiesta di proroga delle indagini sulle ‘spese pazze’ del Consiglio regionale delle Marche.

La proroga è per altri 6 mesi, a decorrere dal 29 settembre. Il rischio è che la chiusura delle indagini si accavalli con le elezioni regionali, fissate a marzo 2015. Tra gli indagati anche il presidente Gian Mario Spacca, che potrebbe presentarsi per il terzo mandato.



Precedente I ladri vanno a segno mentre in casa dormono Successivo Schiacciato da due auto: muore un ottantenne