Stadio pronto: la Maceratese sfiderà la Torres all’Helvia Recina

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 28 agosto 2015 – Manca da sistemare qualche dettaglio, ma il più è fatto e la Maceratese potrà giocare all’Helvia Recina la prima in casa contro la Torres (13 settembre). L’ultimo scoglio è rappresentato solo dal sopralluogo che faranno le commissioni mercoledì. L’adeguamento della struttura, necessario per giocare in Lega Pro, è stato ultimato in appena 60 giorni, grazie al lavoro incessante di 13 aziende. Si sono spesi 700.000 euro in totale. «Ma ora è una realtà – commenta soddisfatto il sindaco Romano Carancini – e, se tutto va bene, la nostra squadra potrà disputare la sua prima partita in Lega Pro in casa, sul proprio campo. Un immenso grazie va ai tifosi. La loro energia è stata la spinta che ci voleva per portare avanti i lavori con la convinzione giusta». Non è stata impresa facile. Sono 26 le telecamere installate, che coprono tutto il perimetro e sono in grado di vedere (e registrare) il più piccolo dettaglio. Attiva anche la registrazione audio. Ogni posto sarà ora numerato e nominativo, per un totale di 4.200 posti (si sono persi circa 800 posti perché ora non sono previsti quelli in piedi). Anche i cancelli degli ingressi saranno numerati. Restano da fare i lavori per l’adeguamento della curva, che saranno ultimati entro ottobre. «La città tutta potrà beneficiare del nuovo stadio – continua Carancini -, i giorni in cui non si gioca il campionato si potrà continuare a usufuire del parcheggio, i cancelli saranno sempre aperti». Davanti, ora, un ultimo scoglio, «superare l’esame delle due commissioni – spiega Carancini –, quella della Lega Pro e quella del pubblico spettacolo. La ricognizione è prevista per mercoledì. Speriamo bene. In ogni caso, se ci fosse da migliorare o modificare qualcosa, siamo pronti ad adeguarci nel più breve tempo possibile».

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Il Superenalotto premia Senigallia Sotto i portici un "5" da 11 mila euro Successivo Sirolo, paura alla spiaggia Urbani Turista mangia troppo e si sente male