‘Stregati dalla Bruna’, il cinema fanese batte un altro colpo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino) 15 aprile 2016 – Dopo il successo dei due film in dialetto fanese che hanno portato al cinema ciascuno 11mila spettatori, una nuova avventura per il regista de “Gli Sbancati”. Con ‘Stregati dalla Bruna’, in uscita il prossimo 31 ottobre, Henry Secchiaroli prova a portare il ‘cinema indipendente made in Fano’ ad un livello superiore. E lo fa ‘appiattendo’ (in senso lato) nell’arte a due dimensioni l’esperienza decennale dei ragazzi del San Costanzo Show, che sono reduci da una serie di spettacoli teatrali che hanno sbancato i botteghini della regione.

“Ah, ma non è il 3D il film?” ha domandato Daniele Santinelli, uno degli attori, al regista e produttore nella conferenza di presentazione. “No perché non avevamo i soldi per gli occhialini – la risposta altrettanto ilare di Secchiaroli -. Il cinema indipendente è molto difficile perché c’è la grande distribuzione che ti schiaccia. Noi però abbiamo puntato sulla qualità e sulle maestranze professionali. E abbiamo dimostrato con i numeri registrati a Natale che la qualità ripaga. Quest’anno abbiamo deciso di anticipare l’uscita in un periodo morto, recisamente ad Halloween…. e vi assicuro che ‘Vi faremo morire dal ridere’ “.

Sarà un film pieno di riferimenti ai grandi maestri della commedia italiana quello che sarà girato da metà luglio a Fano e dintorni. E sarà dedicato al compianto Peppe Nigra, per tanti anni membro del San Costanzo Show. E’ infatti proprio dall’estro di quel gruppo che nasce la storia che per una volta non salirà sui palcoscenici. Ma per ora la trama di ‘Stregati dalla Bruna’ è top secret: “sarà un film ad episodi intrecciati sullo stile di Verdone anni ’80 – ha detto Giovanni Giacomini a cui si deve il canovaccio iniziale -: è un giorno di ordinaria follia di tre personaggi principali le cui vicende si intrecceranno in un crescendo di equivoci, doppi sensi e risate attorno alla Bruna (Romina Antonelli). C’è l’attore fallito giuggiolone e irrealizzato (Santinelli), il manager rampante fatto e finito (Oscar Genovese), e il ragazzo del negozio di animali (Geoffrey Di Bartolomeo) e i personaggi del San Costanzo Show”.

Ci sono quindi tutti gli ingredienti per il successo, tanto più che il film potrà contare sulla professionalità di un operatore steadicam internazionale che risponde al nome di Valentin Mouge, un professionista che ha lavorato a produzioni hollywoodiane come “The Bourne Identity”. Le musiche saranno curate da Michele Mucciacito già dedito alla colonna sonora de Gli Sbancati.. “Come tutti i nuovi progetti – commenta Secchiaroli – c’è sempre un po’ di emozione e voglia di stupire. La storia è molto divertente e sono sicuro che non deluderà il pubblico”. Gli altri attori diretti in questo film da Secchiaroli sono Massimo Pagnoni (alias Rosa Della Cecca) e Davide Bertulli.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ancona, strage in famiglia: Tagliata nomina l'avvocato di Giovanni Brusca Successivo Il "Gabbiano Jonathan" in mostra a Fabriano