Stroncato da un male, si spegne a 38 anni

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

San Severino Marche (Macerata), 22 dicembre 2014 - Un’altra giovane vita che se ne va. Sopraffatta da un male che non lascia scampo. Si è arreso ieri all’alba, a 38 anni, il grafico della Seriart Mirko Cingolani, dopo aver lottato strenuamente contro una malattia più forte di lui. Una scomparsa che ancora una volta lascia l’intera cittadinanza sbigottita nel dover apprendere l’ennesima morte causata da un male incurabile. Una tipologia che, statistiche alla mano, si presenta da tempo con un’incidenza maggiore rispetto alla norma nazionale e che non può che aumentare gli interrogativi sulle cause di tali affezioni.

Da pochi giorni si è spenta l’eco della dipartita di una commerciante del centro di appena 53 anni ed ecco che il male ha ghermito un’altra vittima. Un ragazzo che stava pianificando un futuro roseo con la sua Alessandra e che invece ha visto i suoi sogni infranti. Lo piangono la mamma Marisa, il babbo Alvaro, grande appassionato di sport ed a lungo alfiere del Tennis Club settempedano degli anni d’oro, quelli dei tornei nazionali femminili organizzati dall’allora presidente Maurizio Gregoretti. Lo scorteranno per l’ultimo viaggio la sorella Paola con Riccardo, i nonni Ines e Remo, i parenti e i tanti amici. I funerali si svolgono oggi, alle 14.30, partendo dall’ospedale Bartolomeo Eustachio alla volta della chiesa di San Domenico. Di lì al cimitero cittadino di San Michele. In attesa che prima o poi gli interrogativi sulle cause di tanti decessi per malattie incurabili a San Severino abbiano una risposta.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Nave di 146 metri si incaglia all'imboccatura del porto Successivo Decapitata la statua della Madonnina di San Marone